Avete fatto l’inventario?
Avete fatto il conteggio di che cosa c’è nei vostri magazzini?
I numeri hanno rispettato le vostre aspettative o avete avuto sorprese?

Se avete avuto sorprese (è indifferente se positive o negative) è il caso di ripensare bene al modello gestionale che adottate durante l’anno o al metodo che utilizzate per fare il vostro inventario.

L’inventario dovrebbe infatti confermare i monitoraggio fatti durante l’anno. Se non è così potrebbe esserci qualche errore nella gestione di scorte e merci.

Abbiamo già dedicato un articolo al tema Inventario di magazzino: come farlo velocemente e bene. Di seguito vediamo invece un altro aspetto pratico: quali tipi di inventario esistono.
Vi consigliamo di continuare a leggere soprattutto se, come accennato poco fa, non vi tornano i conti! Infatti potrebbe essere che, il tipo di inventario che state facendo, non sia adatto alla vostra attività.

Per scegliere che tipo di inventario fare bisogna prima di tutto valutare 2 aspetti: la periodicità (che deve essere almeno una volta all’anno) e il metodo che deve essere adeguato alla vostra organizzazione e alla tipologia di merci trattate.

I tipi di inventario

Inventario PIM (permanente o in tempo reale)

L’inventario PIM (Perpetual Inventory Method) è un costante monitoraggio in tempo reale di merci e giacenze. Si tratta della soluzione migliore nei magazzini dall’alto indice di rotazione perchè, nonostante ci sia grande traffico di merci, è possibile avere sempre sotto controllo le disponibilità.

Inventario annuale

Nell’inventario annuale l’attività di conteggio viene fatta una volta all’anno, di solito tra fine dicembre e inizio gennaio, in prossimità della chiusura di esercizio.
Si tratta di un’attività laboriosa e lunga, non adatta a tutti i tipi di merci. Importante è formare il personale e fornire i giusti supporti tecnologici per minimizzare l’errore.

Inventario a rotazione

Una via di metto tra le 2 precedenti tipologie è l’inventario a rotazione: non si tratta di un conteggio permanete, ma nemmeno annuale. L’inventario viene effettuato in maniera periodica e pianificata, magari di volta in volta a diverse parti del magazzino, in modo da avere ciclicamente tutti i dati aggiornati.