Il fondatore del Gruppo Merlo aveva 87 anni. L'azienda chiude fino ai funerali in segno di lutto

Il prossimo 24 novembre avrebbe compiuto 88 anni. Amilcare Merlo, classe 1934, il più grande industriale della provincia di Cuneo, fondatore e presidente del gruppo Merlo, è morto nelle scorse ore.

La sua scomparsa lascia un grande vuoto non solo nell’impresa da lui fondata, ma nell’intero settore. In segno di lutto, l’azienda chiuderà fino alla data dei funerali, che si terranno nei prossimi giorni.

Amilcare Merlo: la storia

Amilcare Merlo da ragazzino aveva cominciato a lavorare nell’officina di famiglia, fondata dal padre Giuseppe nel 1911. Nel 1964 la sede era stata trasferita a San Defendente di Cervasca e, da quel momento, l’azienda ha affrontato una crescita esponenziale che l’ha portata, oggi, a diventare uno dei gruppi più noti al mondo nel settore del sollevamento e delle macchine industriali.

Lo scorso anno la famiglia Merlo aveva già perso la sorella di Amilcare, Natalina, anche lei negli anni figura di riferimento all’interno dell’azienda.

A dimostrazione dei grandi risultati ottenuti da Amilcare Merlo durante la sua carriera professionale, diverse onorificenze che gli sono state consegnate. Tra queste, nel 2022 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere e di Ufficiale al Merito Agricolo della Repubblica francese e dell’Ordine al Merito del Lavoro – Cavaliere del Lavoro della Repubblica italiana. Ha ottenuto la “Légion d’Honneur” della Repubblica Francese e a novembre 2020 ha ricevuto la laurea ad honorem dal Politecnico di Torino in Ingegneria Meccanica. Durante la sua carriera, Merlo ha ricoperto anche diverse cariche all’interno di Confindustria Cuneo, la sua città d’origine e in cui ha sempre vissuto.

Leggi anche:

Il Cavaliere Amilcare Merlo, classe 1934, riceve la laurea ad honorem in Ingegneria Meccanica. Guarda il video