Nel settore del sollevamento, la tecnologia può rappresentare una risposta concreta per superare l'ostacolo relativo alla mancanza di personale qualificato. Facilità e velocità di utilizzo delle piattaforme è ciò su cui sta puntando Socage

Come rendere un settore come quello dell’edilizia e delle costruzioni più attrattivo per i più giovani che si affacciano al mondo del lavoro? In che modo possono contribuire i protagonisti del comparto di fronte alla mancanza di personale qualificato?

Tra gli stand del bauma 2022 si è parlato anche di questo. Una problematica che,  rapportata al boom edilizio che si è verificato anche grazie agli incentivi negli ultimi anni, sta portando la maggior parte delle imprese – anche quelle che producono macchine per le costruzioni – a intraprendere nuove strade con l’obiettivo di attirare giovani talenti.

La semplicità d’uso una risposta concreta

Ne abbiamo parlato con Alessia Borghi, responsabile marketing di Socage, azienda produttrice di piattaforme aeree e attrezzature per il sollevamento. “In Socage crediamo che il settore in questo momento debba investire per essere più attrattivo – ci ha spiegato -. La mancanza di personale qualificato è un ostacolo da superare e la semplicità di utilizzo delle piattaforme può certamente rappresentare una delle risposte concrete”.

Rendere le macchine tanto intuitive quanto semplici da manovrare può fare in modo che siano facilmente utilizzabili da tutti. “Come costruttori di macchine per il sollevamento, abbiamo quindi deciso di puntare su semplicità e velocità di utilizzo – ha aggiunto Alessia Borghi -. Un esempio è la nostra nuova gamma Speed”.

Una serie di piattaforme autocarrate all’interno della quale sono state inserite stabilizzazione e chiusura automatica per le macchine dai 14 ai 28 metri di altezza. Ciò significa che con un solo click, anche dal cestello, si può ottenere rapidamente un ok di stabilizzazione per lavorare o tornare nella situazione di riposo.

Questa tecnologia innovativa, oltre a semplificare le operazioni dà un forte contributo anche in termini di sicurezza, un altro dei temi centrali, ancor di più in un periodo di boom edilizio come quello che stiamo vivendo e che richiede maggiore produttività da parte delle imprese per portare a termine i cantieri aperti.

Anche in questo, la gamma Speed trova la sua naturale posizione – ci ha spiegato Alessia Borghi -. È una serie che abbiamo pensato soprattutto per i noleggiatori e che, essendo dotata di stabilizzatore e chiusura automatica, permette di essere più performanti senza alcun rischio e di ripetere il processo più volte nel corso della giornata in modo più rapido”.

In poche parole, Speed è stata pensata per velocizzare le operazioni in totale sicurezza. Non a caso, il motto di Socage è proprio “Speed up your future” (“Accelera il tuo futuro”).

L’utilizzo della tecnologia finalizzato a velocizzare i processi e a renderli più sicuri è uno dei fattori più importanti in questo momento storico non solo per il mercato, ma anche per i lavoratori stessi. In particolare quelli più giovani, cresciuti nell’era digitale e abituati a usare strumenti smart.

Se è vero che Socage si impegna per rendere le aziende più produttive, è altrettanto vero che l’aspetto della sicurezza non deve mai essere messo in secondo piano – ha concluso Alessia Borghi -. Ci troviamo ancora oggi ad assistere a un numero molto alto di incidenti sul lavoro. Il futuro è incerto e sta a noi crearlo. Come produttori, è importante fare qualcosa e la gamma Speed in questo è una risposta”.