La digitalizzazione e l’industria 4.0 stanno cambiando il volto delle macchine, nessuna esclusa. Dai carelli elevatori, alle macchine per la pulizia dei pavimenti, le piattaforme aeree, le macchine da cantiere… la rivoluzione digitale tocca tutti. Anche i trattori elettrici.

Ne abbiamo parlato con DEC, azienda leader nel settore, che da 25 anni produce e commercializza trattori elettrici. In tutto questo tempo DEC ha sondato e vissuto ogni tendenza del settore e ogni diversa esigenza del mercato. Tratto distintivo di DEC è infatti l’altissimo livello di personalizzazione del prodotto.

Con 18 modelli di gamma base, ogni richiesta e ogni nuova esigenza esposta dal cliente, per DEC è uno stimolo a ideare e commercializzare un nuovo modello.

“Il nostro punto di forza è nelle personalizzazioni – spiegano – oggi l’esigenza è quella di personalizzare anche la parte digitale dei mezzi, che ora devono non solo mettere in contatto persone con persone, ma persone con macchine, macchine con macchine”.

Secondo DEC una forte spinta alla digitalizzazione dei mezzi, trattori elettrici compresi, è arrivata dalla Legge di Bilancio 2021 inerente i macchinari 4.0.
Ma era un processo che, in DEC, era iniziato già da tempo, spinto dalla necessità di curare sempre di più e meglio l’aspetto della sicurezza.

“Le nuove tecnologie digitali sono molto funzionali anche per contenere e controllare i rischi lavorativi, incidenti e collisioni, che sono uno dei problemi più diffusi negli ambienti in cui operano i nostri trattori (logistiche, magazzini, stabilimenti produttivi…)”.

Vediamo qualche esempio dei sistemi digitali in gradi di aumentare la sicurezza dei trattori elettrici.

I trattori DEC possono essere dotati di radar che avvertono l’operatore di possibili collisioni, telecamere che riconoscono le persone, l’ambiente, segnali, cartelli e fanno agire le macchine di conseguenza.

DEC da tempo utilizzava già un sistema di scatole nere che, assieme a un Touch screen, chiedono risposte su una check list tecnica prima della partenza, in modo da evitare avviamenti accidentali delle macchine che possono causare danni gravi a persone e merci. Questo sistema ha anche una gestione remota che consente di ottenere dati importanti sulla singola macchina e l’intera flotta, per ottimizzarne l’uso, rendendo il lavoro più efficiente.

L’ultimo trattore messo in produzione da DEC, il 25 tonnellate, è estremamente interessante dal punto di vista della sicurezza. Oltre ad avere di serie la partenza in salita assistita e la velocità controllata in discesa, ha la possibilità di avere un equipaggiamento opzionale che riconosce la pendenza della discesa e in funzione di questa regola la macchina ad una velocità preprogrammata.

Ovviamente la macchina che ha una capacità di traino fino a 25 tonnellate ed è mossa da una trasmissione motore/ponte di elevata potenza ed affidabilità: naturalmente il motore è alimentato da inverter AC.
È dotata di doppio impianto frenante con freni a disco e di una cabina di tipo automobilistico con tutte le dotazioni ergonomiche e funzionali inerenti. Ottime prestazioni di una macchina elegante , ergonomica e con una affidabilità particolare.

DEC Spa
via Omero, 89, 41123 Modena Italy
tel: +39 059 373222 | fax: +39 059 374199 | email: [email protected]
www.decmodena.com