La crisi degli ultimi anni ha interessato tutti i settori dell’economia ma nonostante le difficoltà esiste un’Italia produttiva, dinamica, innovativa e anche resiliente che ha continuato e continua, con i suoi servizi e prodotti, a contribuire al benessere del sistema Paese.
Un’Italia fatta di imprese a cui va riconosciuto il merito di trainare la ripresa, rappresentando di fatto l’eccellenza dell’economia nazionale.

Sono proprio queste, le imprese selezionate dall’Istituto tedesco Qualità e Finanza, che hanno avuto una maggiore crescita media annua nel triennio 2018/2021 e che, per questo, hanno ricevuto il titolo di Campione della Crescita 2023.

Fra le 800 aziende selezionate, dominano quelle piccole e medie, soprattutto del settore industriale, capaci anche di competere a livello internazionale.

Campione della crescita 2023: Logcenter non si ferma

Lo studio condotto dall’Istituto Tedesco di Qualità (ITQ) per Affari & Finanza – il settimanale di economia e innovazione de La Repubblica –, ha preso in esame i dati di bilancio del triennio 2018/2021 e il risultato è un prestigioso riconoscimento che include anche Logcenter nel ranking delle aziende più dinamiche.

L’azienda guidata dai fratelli Pietro e Antonio Vitiello, si è classificata al 194° posto su 800 aziende selezionate. Con una crescita media annua del 44,71% la specialista della logistica integrata di Carinaro, in provincia di Caserta, è riuscita a rientrare quindi nei parametri di crescita che guidano l’eccellenza.

Una crescita che secondo la proprietà, si deve anche all’intuito e l’impegno di tutta la squadra, perché “un lavoro di successo è sempre il frutto della coesione di un team dove la vera differenza è fatta di persone” come hanno dichiarato i fratelli Vitiello.

I criteri alla base della selezione di Campione della crescita

Ricordiamo che per entrare in classifica, nella cosiddetta “Long list” delle 800 aziende, la scrematura ha previsto una prima selezione. Il numero di partenza iniziale era infatti molto più elevato: circa 50.000 aziende.
Nella long list sono invece approdate tutte le imprese che:

  • hanno raggiunto un fatturato minimo di cento mila euro per l’anno 2018;
  • hanno raggiunto un fatturato minimo di 1,2 milioni per l’anno 2021;
  • con sede legale in Italia
  • siano cresciute prevalentemente in modo organico

Il calcolo del tasso di crescita si è basato sui dati di fatturato comunicati e confermati dalle aziende candidate. E la lista dei campioni è stata stilata in base crescita media annuale.