Misurare la logistica

Misurare la logistica si può e conviene farlo.

Nell’epoca del dato la misurazione è il caposaldo di ogni valutazione, anche in magazzino e nella logistica.

Misurare permette di raccogliere dati, confrontare, verificare performance e porre obiettivi. Tutto ciò si può fare anche all’interno di un magazzino, per verificare se tutto funziona al meglio e ottimizzare eventualmente le attività.

Il magazzino è sempre di più un luogo vivo e dinamico. La conformazione di qualche mese fa non è detto che risponda ancora in maniera ottimale alle esigenze dell’azienda. Ecco perché è consigliabile fare misurazioni e valutazioni continue, per plasmare la struttura e la gestione logistica in maniera elastica, sui bisogni del momento.

Quali sono gli aspetti da valutare?

Anche all’interno del magazzino e della logistica ci sono dei KPI (Key Performance Indicators), metriche utili a calcolare e controllare l’efficienza dei cicli logistici.

Facciamo qualche esempio su come misurare la logistica.

Come misurare la logistica

Ricevimento merce

Quanto sono efficienti le attività collegate al ricevimento della merce?

Le misurazioni in questo ambito consentono di capire se funzionano: trasporto e stoccaggio, dispositivi di ricezione e formazione degli operatori.

La formula per misurare l’efficienza nel ricevimento della merce calcolando le unità stoccate all’ora, è:

Efficienza nella ricezione = volume di stock ricevuto / numero totale di ore lavorative

Baie di carico

Un’altra misurazione interessante può essere effettuata sulle baie di carico. Misurare quante baie sono occupate e per quanto tempo, è un dato interessante per capire se è il caso di aggiungerne o se è possibile chiuderne.

Indice di rotazione dell’inventario

Tramite questa misurazione è possibile capire il ciclo di un prodotto in tutte le sue fasi: arrivo in magazzino, stoccaggio, vendita, uscita dal magazzino e incasso.

Un indice di rotazione delle scorte elevato è vantaggioso per l’azienda, poiché una maggiore movimentazione delle esistenze diminuisce i costi di stoccaggio. Attualmente però è possibile che i problemi alle supply chain globali facciano modificare di nuovo la tendenza, rivalutando la disponibilità di magazzino molto forniti, con tanta scorta.

Anche per questo KPI c’è una formula:

Indice di rotazione dell’inventario = costo dei prodotti venduti / valore medio delle scorte

Indice di rottura di stock

Indice molto attuale, mostra la percentuale di ordini non evasi a causa della mancanza di scorte.

Si calcola come segue:

(numero di ordini non evasi per mancanza di stock / numero totale di ordini) x 100

Gestione ordini

Efficienza del picking
Questo KPI misura la percentuale di ordini evasi senza errori e rapidamente. Prende in considerazione: numero totale degli ordini e resi di articoli sbagliati).

Ordini in sospeso
Misura gli ordini inevasi rispetto al numero totale di ordini ricevuti.

Leggi anche

Sistemi di automazione in magazzino: mercato in crescita del 23% per i Top 20

[Fonte: mecalux.it]