La pulizia scorretta che ha causato l'amputazione di una falange a un saldatore
Attraverso la campagna "Impariamo dagli errori", Ats Brianza riporta alcuni incidenti realmente accaduti e le loro conseguenze, con l'obiettivo di sensibilizzare e aumentare la sicurezza sul lavoro

“Raccontiamo alcune storie di infortuni perchè non ne accadano più di uguali”. E’ lo slogan della campagna informativa lanciata da Ats Brianza “Impariamo dagli errori“. Un’iniziativa di sensibilizzazione che, raccontando le dinamiche e le conseguenze di incidenti sul lavoro realmente accaduti e analizzando come si sarebbero potuti evitare, punta a diffondere una maggiore sicurezza e prevenzione.

Uno dei casi presi in esame da Ats Brianza riguarda un lavoratore rimasto ferito mentre tentava di rimuovere un accumulo di trucioli e limatura di ferro in prossimità della punta di un trapano radiale.

La dinamica dell’infortunio

L’incidente si è verificato all’interno di un’azienda specializzata nella lavorazione di lamiere e profilati in ferro, dove venivano eseguiti dei fori su dei pezzi in ferro attraverso l’utilizzo di un trapano radiale, dotato di protezione mobile con microinterruttore di interblocco che limitava l’accesso alla zona pericolosa durante il funzionamento dello stesso. L’operatore addetto, a fine turno, secondo quanto riportato da Ats Brianza era incaricato anche della pulizia dell’attrezzatura.

L’operatore, un saldatore meccanico, stava eseguendo al trapano radiale dei fori su dei pezzi in ferro. A lavorazione quasi ultimata, ha notato un accumulo di trucioli e limatura di ferro in prossimità della punta del trapano e nel tentativo di rimuoverlo si è ferito.

Le conseguenze dell’incidente

A causa dell’incidente, l’operatore ha riportato:

  • Amputazione falange distale 4° dito mano destra
  • 57 giorni complessivi di infortunio:
  • postumi permanenti, con 8 gradi percentuali Inail di invalidità

Le cause dell’incidente

Sono diverse, secondo i dati a disposizione di Ats Brianza, le cause che hanno portato all’incidente:

  • L’infortunato ha eseguito la pulizia direttamente con le mani senza utilizzare senza adeguati attrezzi e senza prima aver arrestato il trapano, aggirando la protezione e passando la mano sotto il riparo mobile interbloccato
  • i guanti, di norma necessari per la protezione delle mani dal contatto con elementi taglienti, hanno, in questo caso, favorito l’impigliamento ed il trascinamento della mano a livello della punta del trapano
  • Insufficiente formazione sulle istruzioni operative per la pulizia del trapano previste dal libretto di uso e manutenzione, che prevedono che gli interventi di pulizia siano effettuati esclusivamente a macchina ferma
  • mancata vigilanza del preposto sull’utilizzo in sicurezza del trapano durante le operazioni di pulizia.

Come prevenire?

Sulla base della dinamica di questo incidente, Ats Brianza fornisce alcuni consigli per la  prevenzione: 

  • Gli interventi di pulizia devono essere condotti a macchina ferma
  • non avvicinare mai le mani a parti rotanti, specie se si indossano guanti
  • formare e addestrare correttamente i lavoratori sul rispetto delle istruzioni operative previste dal libretto di uso e manutenzione della macchine utilizzate
  • per la pulizia della macchina utilizzare specifici attrezzi: scopette, palette
  • vigilanza da parte del preposto sulle operazioni di pulizia del trapano.

FonteAts Brianza