Il mondo industriale, scientifico, accademico e istituzionale si incontrano per premiare sei aziende che si sono distinte per la loro capacità innovativa e la qualità dei loro prodotti.
Di recente, la giuria degli IFOY AWARDS ha così decretato i sei vincitori: JungheinrichLocus RoboticsNoyes TechnologiesrobomindsSSI Schaefer e Synaos per altrettante categorie in concorso.

La premiazione si è svolta al BMW Welt di Monaco di Baviera, nello stesso giorno del decimo anniversario della nascita del contest internazionale, noto come uno dei più importanti per l’intralogistica.
All’edizione di quest’anno, hanno preso parte 12 aziende internazionali con 14 prodotti e soluzioni.

Ma vediamo insieme quali prodotti si sono aggiudicati l’ambito premio.

Categoria Veicoli Speciali: l’ERD 220i di Jungheinrich, nuovi scenari per il magazzino

Un premio meritato per lo stoccatore a due piani Jungheinrich.
Il carrello, secondo la giuria stabilisce nuovi altissimi standard per un transpallet elettrico sicuro e super compatto.
Progettato per un uso flessibile in magazzino e per il carico e scarico di automezzi, ha una dimensione L2 di soli 1.065 mm ed è quindi il carrello più compatto della sua classe. Con il nuovo concetto di batteria agli ioni di litio, l’ERD 220i è inoltre più corto di 300 mm rispetto al predecessore con una riduzione del suo ingombro di circa il 25%.
Le dimensioni compatte rendono lo stoccatore particolarmente versatile e agile da manovrare, oltre che estremamente ergonomico.

Categoria “AGV”: l’AMR collaborativo di Locus Robotics

Grazie al suo AMR collaborativo, Locus Robotics entra di diritto nella rosa dei vincitori. Con questa soluzione, le aziende di logistica e anche l’industria, avranno la possibilità di ottimizzare la loro efficienza. L’AMR ha convinto la giuria grazie al grado di innovazione e alla rilevanza sul mercato. La crescita rapidissima dell’e-commerce, lo renderà indispensabile per incrementare la produttività a costi contenuti.

Categoria “Robotica”: robominds e l’intelligenza artificiale

Trionfa l’intelligenza artificiale agli IFOY AWARDS grazie alla tedesca robominds che ha partecipato alla competizione con il suo robobrain Neuros. Un sistema operativo industrializzato che secondo la giuria avrà un notevole impatto sul mercato di riferimento, grazie all’elevato grado di supporto per i processi basati sull’AI.

SSI Schaefer, per le “Soluzioni di magazzino integrate”

Per la categoria “Soluzioni di magazzino integrate” quest’anno si è affermata la SSI Schaefer, con un progetto di picking sviluppato per IKEA. il suo nome è Flat Pack Picking, che implementa una soluzione di sistema automatizzata e chiavi in mano per la pallettizzazione sicura e ottimizzata dei volumi di articoli pesanti e di grandi dimensioni. La versatilità della proposta, applicabile a diversi settori merceologici ha fatto propendere la scelta della giuria verso questa soluzione.

Noyes Technologies si distingue nella categoria “Start up”

Tre le aziende che si sono confrontate nella categoria “Start-up dell’anno” lasciando poi la vittoria a Noyes Technologies, start up tedesca che si è presentata con la nanologistica noyes Storage a funzionamento robotico, automatizzato e flessibile, destinato alla logistica urbana.

Syanos vince il premio “Special of the Year”

Infine, vincitore di quest’anno nella categoria “Special of the Year” è stata Synaos ed il suo SYNAOS IMS, un sistema di localizzatore di veicoli. Ideale per la localizzazione semplice in real time di tutti i carrelli industriali, un ottimo supporto verso la digitalizzazione dell’intralogistica.

Photo credit: https://www.ifoy.org/