Una buona notizia per l’ambiente e anche per le aziende!

Quello dell’interscambio dei bancali infatti, era un tema caldo, che scontentava tutti. Con l’obbligo normativo di restituzione del pallet invece, viene finalmente regolata una giungla di perdite e spreco.

Il discorso, per un non addetto ai lavori, appare molto semplice: con la nuova normativa il destinatario della merce trasportata su pallet sarà obbligato a restituire al proprietario i bancali ricevuti.

A spiegare l’importanza di questa nuova norma è Gabriele Lanzi, Senatore del Movimento 5 Stelle: “Si tratta di una riforma chiesta da tempo da migliaia di imprese afferenti alla filiera della logistica nella grande distribuzione. I pallet per un’impresa rappresentano dei veri e propri asset che oltre ad andare incontro al normale deperimento, molto spesso vengono dispersi nel processo di carico e scarico merci non facendo ritorno all’originario proprietario. Questo circolo vizioso comporta perdite economiche rilevanti per chi a fine anno si trova a fare i conti con centinaia di bancali acquistati e utilizzati per l’invio delle proprie merci, ma mai recuperati.

Lo scorso 19 maggio, la Camera dei Deputati ha istituito un vero e proprio sistema di interscambio di pallet; un modello che sancisce l’obbligo normativo di restituire lo stesso numero di pallet che si sono ricevuti per una consegna di merci trasportate.

La novità contribuisce anche a salvaguardare le risorse esistenti, promuovendo un modello più circolare per l’intero settore logistico.

I dettagli dell’obbligo di restituzione

L’obbligo ricade sul destinatario che deve occuparsi della restituzione, a meno che non sia stata prodotta una lettera di manleva scritta da parte del proprietario.

Nel caso che l’interscambio dei pallet non sia possibile, chi riceve la merce dovrà emettere un voucher contenente il nome dell’emittente, il beneficiario (proprietario/committente), il tipo e la quantità dei pallet e la data.

Nel caso in cui non vengano riconsegnati i pallet entro 6 mesi dalla data del voucher, scatterà l’obbligo del pagamento da parte del soggetto obbligato alla restituzione, di un importo pari al valore di mercato di ciascun pallet.

La legge stabilisce, inoltre, che ogni patto contrario alle norme stabilite nella legge, è nullo.