Dal PNRR sono arrivo dei fondi, 500 milioni, destinati alla voce:

Sviluppo logistica per i settori agroalimentare, pesca e acquacoltura, silvicoltura, floricoltura e vivaismo

Lo strumento per la distribuzione di questi fondi si chiama Contratti per la logistica agroalimentare, istituito nei giorni scorsi dal Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Stefano Patuanelli con un decreto.

La misura vuole sostenere le imprese del settore negli investimenti per giungere a forme produttive più moderne e sostenibili, volte a perseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • ridurre l’impatto ambientale e incrementare la sostenibilità dei prodotti
  • migliorare la capacità di stoccaggio e trasformazione delle materie prime
  • preservare la differenziazione dei prodotti per qualità, sostenibilità, tracciabilità e caratteristiche produttive
  • potenziare, indirettamente, la capacità di esportazione delle PMI agroalimentari italiane
  • rafforzare la digitalizzazione nella logistica anche ai fini della tracciabilità dei prodotti
  • ridurre lo spreco alimentare.

Il 40% delle risorse sarà destinato a progetti nelle regioni di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Per l’attuazione della misura il MiPaaF si avvarrà del supporto di Invitalia, che si occuperà di ricevere, valutare e approvare le domande di agevolazione, della la stipula del contratto di ammissione, dell’erogazione, del controllo e del monitoraggio.

Restiamo in attesa del via libera della Commissione Europea per l’emanazione dei bandi.