Trex.parts
TREX.PARTS al LogiMAT 2022 con l'obiettivo di portare trasparenza all'interno del mercato.
Grande interesse per il mercato italiano dove è fondamentale avvalersi di persone che conoscano il luogo e la lingua.

Nel Padiglione 10 del LogiMAT gran parte della scena è occupata dall’ampio stand di TREX.PARTS, da cui traspare la soddisfazione di essere ad una fiera così importante. E di esserci, con la motivazione di chi è riuscito in pochissimi anni a creare un team che conta oltre 70 persone.

Presente al LogiMAT Christoph Böttcher che ci ha raccontato l’importanza della fiera per TREX.PARTS: “Da quando ho ricordi il LogiMAT è una delle più grandi, nonché la più importante fiera del settore. Abbiamo preso parte all’ultima edizione, in quel caso entravamo in punta di piedi nel mercato dopo soli due mesi di vita. Ora, dopo 3 anni di attività, siamo riusciti a costruire un team di oltre 70 persone. Inutile dire quanto questo sia un grandissimo passo in avanti. Per quanto riguarda la nostra presenza qui, aver modo di poter rivedere dal vivo i nostri clienti è l’aspetto veramente importante per TREX.PARTS, è ciò che conferisce così tanta importanza a questo LogiMAT.”

La vostra partecipazione al LogiMAT non si è fermata solo alle novità di mercato, ma ha guardato anche al futuro. In che modo?
“Al di là dei prodotti noi abbiamo cercato di portare innovazione per quanto riguarda la maggiore trasparenza all’interno del mercato, che è dominato dai grandi marchi.
Noi ci presentiamo al LogiMAT con delle soluzioni alternative che sono però molto competitive.”

Il mercato italiano è notoriamente tra i più complessi per i brand stranieri. Come lo state affrontando?
“Il mercato italiano è uno dei più grandi e stimolanti in Europa, quindi di grande interesse per noi.
Ci sono dei gap da colmare, innanzitutto geograficamente noi siamo localizzati nel nord della Germania e l’Italia invece è nel sud dell’Europa, quindi un’importante distanza.
In secondo luogo la lingua, credo sia importante comunicare bene nella stessa lingua, è fondamentale parlare l’italiano per avere successo in quel mercato. Per questo abbiamo delle persone locali che ci garantiscono uno step in avanti nel rapporto con i consumatori.
Viviamo in un mercato bloccato nel passato dove le persone lavorano nello stesso modo da vent’anni.
Noi stiamo cercando di cambiare e questo è possibile solo se si hanno delle persone di riferimento nel luogo come Marco Teso, Area Sales Manager Italia [che abbiamo intervistato a Intralogistica Italia, leggi qui l’articolo]. Lui vive in Germania da anni e conosce bene il tedesco ma è italiano di origine e ogni mese, per delle settimane, viaggia in Italia e visita i clienti del posto spiegando a loro come lavora la nostra azienda. Soprattutto illustrando le potenzialità del nostro web shop, visto che il nostro business è disponibile anche online per il 90%.
Marco riesce a spiegare perfettamente tutti i benefici che ci sono acquistando attraverso il nostro web shop, senza dimenticare che abbiamo la possibilità di spedire anche di notte. Un grande passo in avanti per la logistica.
Credo che questa sia la chiave per avere successo nel mercato italiano, avvalersi di validi collaboratori che sappiano come interagire con le persone.”