Simai sceglie una piazza importante come quella del LogiMAT per la presentazione del nuovo trattore elettrico TE301. Presenti in fiera tra obiettivi di espansione e di ulteriore miglioramento delle vendite.

Il salone internazionale di Stoccarda è stato scelto da Simai come cornice per presentare il nuovo trattore elettrico TE301. Per l’azienda di Milano non solo novità a questo LogiMAT ma anche ambizioni e voglia di continuare a confermarsi leader del settore.
Esattamente come era successo al GIS di Piacenza, anche a Stoccarda sono molte le opportunità da cogliere per Simai.
Come racconta Matteo Gonano, Responsabile Commerciale e Marketing: “Innanzitutto la bella possibilità di essere presenti alla fiera più importante dell’intralogistica europea. Doveva avere luogo a marzo 2020 ma a causa delle restrizioni dovute al Covid l’appuntamento è slittato di oltre due anni, e ora siamo felici di essere qui. Esattamente come è stato al GIS, in Italia, questa è un’opportunità per incontrare dei concessionari potenzialmente interessati ad entrare a far parte della famiglia Simai. Ma anche per ritrovare i partner che attualmente abbiamo sul territorio estero, e ovviamente, per presentare le novità.”

Al LogiMAT presentate il nuovo TE301, di cosa si tratta?
“Il nuovo TE301 è un ammodernamento del TE300. Rispetto all’altro modello questo ha l’estrazione laterale della batteria, luci full led, batteria DIN, il cofano è in metallo e la capacità di traino è di 30.000kg. Con il TE301 la stabilità e l’aderenza sono eccellenti e la visibilità è a 360°. Un trattore elettrico ad alte prestazioni ideale per i servizi pesanti a lungo raggio, nel settore industriale e aeroportuale.”

Tra gli obiettivi di Simai anche l’espansione nei mercati esteri. Il LogiMAT può essere un bel contributo nei confronti del mercato tedesco?
“Si, il progetto di espansione è stato suddiviso in più fasi. Inizialmente potenziare e consolidare la rete vendita in Italia, con centri di assistenza efficienti per fornire servizi e ricambi ai nostri clienti. Adesso siamo pronti allo step successivo. Ad oggi infatti, i mercati con il più alto potenziale per il trattore sono quelli della Germania, Francia e UK.
In Francia siamo attualmente presenti con una rete di concessionari, mentre vogliamo espanderci nel mercato tedesco e inglese. Quindi ecco un’altra ragione per cui è importante essere qui.”

Primi tre mesi molto positivi per Simai, come sta procedendo il secondo trimestre?
Stiamo riscontrando un trend che continua ad essere positivo nonostante il Covid e le problematiche geopolitiche, che stanno creando difficoltà nel reperimento delle materie prime.
L’anno scorso lo abbiamo concluso con un portafoglio ordini superiore al 40% rispetto all’anno precedente. Anche per quest’anno contiamo di crescere in doppia cifra