Immobiliare logistico europa

Gli investimenti in immobili logistici stanno crescendo in tutta Europa ad un ritmo costante. E, guardando ai dati relativi al 2021, il settore ha registrato un volume di 68 miliardi di euro, pari a oltre il 20% delle risorse allocate nel comparto immobiliare. Con un incremento che supera il 50%.

A guidare la classifica degli investimenti nel settore con 19 miliardi di euro è il Regno Unito, seguito dalla Germania con 10 miliardi e dalla Francia con oltre 6,5 miliardi di euro di beni immobiliari.

Un fenomeno in cui anche l’Italia non rimane indietro con un trend di crescita e investimenti per quasi 3 miliardi di euro. Una crescita dovuta soprattutto all’aumento della domanda di spazi all’interno dei mercati secondari.

A descrivere l’andamento del mercato immobiliare logistico è il Rapporto 2022 sul mercato immobiliare della Logistica in Europa ed Italia, realizzato da Sfre, società specializzata in immobili di logistica e lightindustrial e Scenari Immobiliari.

Il 2021 – si legge nel rapporto – può considerarsi come l’anno di transizione e di evoluzione naturale dell’asset logistico verso un comparto volto a innalzare gli standard di salubrità (in risposta all’evento pandemico Covid-19), intermodalità e sostenibilità sociale-economica-ambientale. A dimostrazione della crescente sensibilità da parte di operatori e investitori verso queste tematiche, vi è la ricerca e la volontà di investire prevalentemente in asset e edifici in grado di rispondere ai criteri Esg, con attenzione all’efficientamento energetico e ambientale garantito da sviluppi immobiliari certificati Breeam e Leed e alle ricadute sociali e all’efficienza gestionale“.

Segnali positivi anche sul mercato italiano

In Italia nell’anno di riferimento, il comparto logistico ha superato i 5 miliardi di fatturato, con un aumento netto del 7% e una previsione di crescita per il 2022 pari al 4%.
Il nostro patrimonio immobiliare supera oggi i 44 milioni di metri quadrati e la distribuzione dimostra che il Nord Italia rappresenta anche il mercato più grande (72%).
Segue il cento e Sud ed isole rispettivamente con 15% e 13%.

In Italia si è assistito inoltre, sempre per il 2021 ad un incremento medio dei canoni degli immobili logistici superiore al 9%. Con prezzi incrementati mediamente del 17%.

Leggi anche: 

Immobiliare logistico: canoni di locazione in netto aumento