Il cobot Whiz è disponibile in Italia, grazie a ISC, partner strategico di SoftBank Robotics EMEA

Il recente accordo che ha legato ISC alla SoftBank Robotics EMEA, in una partnership strategica, vede l’introduzione di Whiz, l’aspirapolvere autonomo, sul mercato italiano.

Progettato per portare ulteriore innovazione al mondo del facility management e alle imprese di pulizia, Whiz migliora le prestazioni e l’efficienza, facilitando gli operatori che vengono liberati da attività ripetitive e faticose, prive di valore aggiunto.

Il primo aspiratore cobotico industriale in Europa

Il primo aspirapolvere cobotico industriale in Europa è una soluzione semplice da usare e altamente affidabile studiata per l’aspirazione di pavimenti duri e soft.

Infatti Whiz può pulire fino a 500 m² all’ora e copre 1.500 m² con una singola carica. E garantisce risultati migliori e costanti rispetto all’approccio tradizionale, in cui l’attività viene svolta a blocchi o quando si rende visivamente necessario.

Inoltre, grazie al software BrainOS, è capace di muoversi in ambienti complessi in modo sicuro e memorizzare fino a 600 percorsi di pulizia.

Whiz è un prodotto che per le imprese potrà fare la differenza. Sia per gli operatori che hanno sempre più attività da svolgere che per le aziende in termini di sostenibilità e di margini di profitto.
Con questo nuovo prodotto, ISC amplia la sua offerta di cobot per la pulizia, il futuro per il mercato italiano, segnato da una domanda che continua a crescere.
Il robot di pulizia autonomo professionale è già il numero uno in termini di pezzi venduti, con oltre 16mila unità già in funzione in tutto il mondo.

Il mondo del cleaning sta cambiando

Il prossimo futuro vedrà un grande aumento della richiesta di pulizia. Ci saranno però sempre meno persone disposte a fare questo lavoro. I margini di profitto continuano a ridursi già oggi e le richieste da parte dei committenti diventano sempre più esigenti e legate alla tecnologia.

Alle aziende, già dopo la pandemia, si richiede di incrementare l’efficienza e le prestazioni riducendo i costi, dando un’accelerazione importante ai processi.
Oggi, il tasso di turnover del personale che opera all’interno di imprese di servizi di pulizia è cresciuto in modo vertiginoso. E anche nel settore si inizia a percepire una carenza di figure importante.

In uno scenario in cui la competizione è elevata, è necessario offrire servizi che garantiscono risultati certi e al top. E soprattutto dimostrabili con i dati.

Ecco perché le soluzioni come Whiz che oggi fanno capolino sul mercato italiano diventano strumenti imprescindibili per fare la differenza. Per ottimizzare il servizio di pulizia e offrire un valore aggiunto premiante. In grado cioè di distinguere un’azienda dall’altra, in termini di efficienza, prestazioni e capacità di stare al passo con le necessità del momento.

Per maggiori informazioni sul cobot Whiz

CLICCA QUI