Stefano Ortolan Mitsubishi

Investire sulla formazione è sempre un impegno che offre un ritorno importante alle aziende, sotto forma di produttività e performance.
Lo sa bene Mitsubishi Italia che ha deciso di offrire a tutti i suoi dealer l’opportunità di formare i propri tecnici, rendendo così più fluidi gli interventi e riducendo le tempistiche di assistenza.
Ne abbiamo parlato con Stefano Ortolan, Responsabile Service per l’Italia, che ci ha raccontato come si articola la formazione e quale valore aggiunto offre Mitsubishi ai suoi concessionari. 

Che peso ha la formazione tecnica e quali macchine riguardano i percorsi formativi che state pianificando?
La formazione è fondamentale, la conoscenza dei mezzi permette di risparmiare tempo durante l’assistenza e di ottenere le massime prestazioni. L’idea di formare i concessionari è nata molti anni fa, ha subito un rallentamento con la pandemia ed è ripresa in modo intensivo quest’anno.
Gli ultimi corsi realizzati pre-Covid si sono concentrati sui carrelli frontali elettrici spiegando le caratteristiche specifiche ma formando in generale il concessionario sull’approccio all’analisi del guasto.
Quest’anno siamo partiti con la nuova gamma di macchine da interno e dopo la stagione estiva continueremo il percorso con l’analisi dei nuovi controbilanciati 40-50q elettronici 80v e dei controbilanciati a combustione interna.

Come sono strutturati i vostri corsi e a chi sono indirizzati?
Molti nostri concessionari sono fidelizzati da anni, hanno nel loro parco macchine tutta la gamma Mitsubishi e per loro cerchiamo di portare avanti un programma che vada a coprire tutte le novità che presentiamo nel mercato.
Ma siamo sensibili anche ai concessionari più giovani che hanno bisogno di una formazione di base, strutturando così delle attività mirate alle singole esigenze.
Il corso è composto da una parte teorica in aula, che parte da una valutazione delle necessità specifiche e dall’analisi degli strumenti necessari per la diagnosi e la risoluzione degli allarmi.
In una seconda fase invece portiamo i partecipanti al corso davanti ai mezzi, per poter toccare con mano quanto spiegato.

La necessità di strutturare un’offerta formativa nasce da una specifica richiesta o da un impegno di Mitsubishi in ottica sicurezza?
Entrambe le cose: i concessionari sono sempre più oberati di lavoro, i corsi permettono di aumentare l’efficienza, minimizzare i tempi morti ed evitare attività inutili che possono portare a stress, distrazioni e possibili infortuni.

Quali sono le richieste più importanti giungono dai dealer? Sono soddisfatti di poter frequentare i corsi di persona?
La partecipazione è quasi totale, questo è stato possibile anche al nostro impegno di portare il corso più vicino alle sedi dei concessionari, facendo incontri in diverse zone d’Italia e ascoltando le richieste specifiche per strutturare corsi mirati.

Il nostro supporto non finisce con il percorso formativo ma rimaniamo in costante collegamento con il concessionario: i nostri formatori continuano a supportare il personale tecnico dei concessionari con assistenza telefonica o collegandosi direttamente al mezzo da remoto per garantire la massima fluidità durante le riparazioni.

Nella nostra realtà il reparto Service ingloba anche il magazzino: due ambienti che devono muoversi all’unisono per dare la massima soddisfazione al cliente.
Per questo motivo, durante le visite che periodicamente vengono fatte ai concessionari dedichiamo del tempo anche al personale impiegatizio, formandolo sugli strumenti e le procedure per l’individuazione e l’acquisto dei ricambi.