― A Intralogistica Italia 2022 abbiamo incontrato Davide Renzi, CTO Ubiquicom, che ci ha raccontato della loro presenza in fiera e di quanto concreti siano i vantaggi che si ottengono delle tecnologie digitali di localizzazione

Ubiquicom, azienda specializzata nello sviluppo di prodotti e soluzioni avanzati per la localizzazione e il tracking in tempo reale, ha partecipato a Intralogistica Italia 2022.
Perché? Come ci spiega il CTO Davide Renzi, a Intralogistica Italia “è presente il principale mercato a cui ci rivolgiamo. Quello della logistica però non è il solo settore con cui lavoriamo, la nostra specializzazione è molto verticale sulla tipologia di prodotto/servizio (sistemi di localizzazione), ma l’applicabilità è trasversale. Spesso l’oggetto che localizziamo è il carrello elevatore, ma possono essere anche altri beni o asset aziendali come, ad esempio, contenitori per la logistica, le persone nell’industria e le attrezzature nell’healthcare”.

Davide Renzi, CTO Ubiquicom
Davide Renzi, CTO Ubiquicom

Visto che Ubiquicom, con il suo prodotto e servizio (focus dedicato a fine articolo), è sinonimo di digitalizzazione e la digitalizzazione è un trend piuttosto recente nelle aziende, abbiamo chiesto a Renzi di parlarci di come le aziende stiano accogliendo questo processo innovativo. Infatti, se da un lato c’è la spinta di industria 4.0 e dei bonus, da diverse ricerche continua ad emergere la difficoltà, da parte delle aziende, ad accogliere le opportunità del digitale.

È davvero così? C’è una ricetta per rendere la digitalizzazione un concetto più familiare alle aziende per le quali ancora non lo è? Per Renzi, e Ubiquicom, è centrale mostrare la concretezza dei vantaggi che le soluzioni digitali portano a chi le implementa. Ma vediamo di seguito che cosa ci ha raccontato il CTO Ubiquicom.

Come è cambiata, se è cambiata, la percezione del vostro prodotto negli ultimi anni?

È cambiata molto. Nei primi 7/8 anni della nostra storia abbiamo fatto, non senza fatica, un lavoro di evangelizzazione sulle tematiche della localizzazione in tempo reale, un settore che, ad esempio negli Stati Uniti, era molto più sviluppato. In Italia è stato un po’ difficoltoso portare questi concetti, si tratta di applicazioni che permettono di risparmiare tempi e costi e aumentare la qualità, ma non sempre è semplice comprendere il ritorno dell’investimento.

Negli ultimi anni invece abbiamo notato che c’è un interesse crescente verso le soluzioni di localizzazione, un’attenzione all’ottimizzazione che è abbastanza trasversale e interessa tutti i mercati, nella logistica e nella produzione.

L’industria 4.0 è stata sicuramente un booster per un cambiamento che comunque già stavamo vedendo, ha permesso alle aziende di sostenere gli investimenti più a cuor leggero, ma di fatto era un processo che era già cominciato, soprattutto per quanto riguarda la logistica.

Sempre più analisi e ricerche dicono che sono ancora poche le imprese pronte ad accogliere davvero la rivoluzione digitale. Qual è la vostra percezione a riguardo?

Premetto che noi ci rivolgiamo ad aziende che hanno già una propensione ad investire in tecnologie innovative. Quindi sono realtà che un primo passo verso la digitalizzazione l’hanno compiuto, o comunque hanno già un minimo di apertura verso questi temi.

È vero che i tempi per l’adozione della tecnologia sono un po’ lunghi, ma l’interesse c’è. Ovviamente sono partite prima le aziende più grandi, ma adesso stiamo lavorando anche con aziende più piccole, che capiscono il valore di adottare le nuove tecnologie per ottimizzare i processi.
Abbiamo diversi progetti in campo con aziende di medie o piccole dimensioni a cui io tengo molto. Non si tratta di investimenti enormi, ma sono progetti che portano valore.
A noi, inoltre, queste collaborazioni permettono di trovare dei casi di applicazione sempre nuovi, in realtà diverse, di scoprire anche esigenze nuove e sviluppare prodotti verticali, dedicati ad un determinato contesto, perché scopriamo dal mercato che c’è un’esigenza che non conoscevamo. Quindi si tratta di progetti che ci permettono di imparare dal mercato, e scoprire insieme ai clienti tutte le esigenze a cui le soluzioni di localizzazione possono rispondere.

Per le aziende che percepiscono la digitalizzazione come qualcosa di distante dalla loro realtà: avete una ricetta per rendere questi concetti più vicini e familiari?

Far toccare con mano i vantaggi delle soluzioni che proponiamo.

Lavoriamo molto cercando di portare dei casi d’uso, facciamo conoscere le esperienze dei nostri clienti in modo che le aziende riescano a toccare con mano il nostro prodotto, a comprenderne i vantaggi operativi e la concretezza, pur avendo un’anima digitale. Il ruolo decisivo per lo sviluppo di tutte le nostre soluzioni è quello dei System Integrator e degli ISV (Indipendent Software Vendor) che sono il punto di riferimento delle aziende per tutti i processi di digitalizzazione. Ubiquicom fornisce hardware e software per l’integrazione nei sistemi informativi aziendali.

L’offerta Ubiquicom, partner IoT RTLS per le logistiche

Ubiquicom è specializzata nello sviluppo di prodotti e soluzioni avanzati per la localizzazione e il tracking in tempo reale, indoor e outdoor, di persone, veicoli e asset in contesti non convenzionali. Fornisce ad aziende, utenti finali, software house e integratori di sistemi, soluzioni basate sulle più avanzate tecnologie RTLS (Real-Time Locating Systems) e di sensoristica diffusa disponibili sul mercato, in ottica IoT, studiate per aumentare efficienza e sicurezza nei processi aziendali della supply chain, per clienti operanti nella logistica, trasporti e produzione.

Ubiquicom Locator
Sistemi avanzati di localizzazione e tracciamento in tempo reale

Il cuore dell’offerta è rappresentato da Ubiquicom Locator, l’unica piattaforma di localizzazione indipendente dalla tecnologia e dai dispositivi utilizzati, facilmente integrabile con i sistemi di fabbrica e di sicurezza già in uso. Su Locator poggiano tutte le soluzioni Ubiquicom che abilitano funzionalità di tracciamento e localizzazione in tempo reale di persone, veicoli e asset.

Per le grandi logistiche ad alta intensità, SYNCHRO è il sistema che sfrutta le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale per ottimizzare e rendere più efficienti i flussi di lavoro, generando risparmi di costi operativi dei carrelli elevatori dal 15 al 25%.

Per la sicurezza nei magazzini il prodotto di punta è PROXIMITY, soluzione avanzata anticollisione carrello-carrello/uomo-carrello, basata sulla tecnologia UWB (Ultra Wideband), che garantisce massimi livelli di sicurezza in magazzini e ambienti produttivi prevenendo gli incidenti tra carrelli elevatori e tra mezzi di movimentazione e persone. Si basa sulla tecnologia UWB (Ultra wideband), che consente di misurare le distanze con elevata precisione (±20 centimetri) e attivare alert e meccanismi correttivi per evitare le collisioni.

Per le agevolazioni dell’industria 4.0, TrackVision, con i dispositivi BlueBox e NeoBox, è il sistema per la telemetria e il monitoraggio remoto delle flotte di carrelli elevatori, cleaning machine e tutti i mezzi di sollevamento e movimentazione.

Infine, per la supply-chain visibility, Ubiquicom realizza RTLS Solutions tailor-made: gli ambiti applicativi spaziano dal tracciamento di contenitori e merci, allo yard management, fino a baie di carico e aree zonali, localizzazione merci in piazzali e in catasta, controllo istantaneo degli stock.