Abbiamo incontrato TREX.PARTS a Intralogistica Italia, la fiera dedicata alla logistica interna, a Milano dal 3 al 6 maggio.

Marco Teso, Area Sales Manager Italia di TREX.PARTS, ci ha raccontato alcune cose molto interessanti di questa giovane realtà, già molto conosciuta nel settore della ricambistica industriale.

Con lui abbiamo parlato del nuovo approccio di cui l’Azienda è portatrice e dei vantaggi per i clienti.

Ecco la nostra intervista.

Perché avete scelto di partecipare a Intralogistica Italia?

TREX.PARTS è una realtà giovane, abbiamo deciso di partecipare ad Intralogistica Italia per farci conoscere.

Siamo nati 3 anni fa da 2 grosse realtà (una del mondo del carrello elevatore e una della ricambistica) che hanno scelto di credere in questo progetto condiviso: da qui è nata TREX.PARTS.

L’obiettivo del progetto, fin da subito, è stato quello di portare il commercio dei ricambi nel settore della logistica ad un nuovo livello, che metta davvero al centro le necessità del cliente che si rivolge a noi.

Di che cosa ha bisogno il vostro mercato oggi?

Il cliente ha bisogno di Trasparenza (che abbiamo nel nostro nome), Collaborazione e Fiducia. Queste 3 parole formano il nostro motto, è questo che intendiamo per “portare il commercio dei ricambi nel settore della logistica ad un nuovo livello e mettere davvero al centro le necessità del cliente”.

Il cliente sa che cosa gli serve (se un pezzo originale, un pezzo di primo impianto o latro…), quello di cui ha bisogno è fiducia e una scelta multipla per trovare ciò che cerca. Questo è quello che trova in TREX.PARTS: una visone chiara di tutte le alternative, l’intero portafoglio, sempre visibile, procedure di ordine semplici e consegne veloci, qualità e officine convenzionate.

Inoltre trova prezzi trasparenti e un approccio Zero Pensieri per le spese di trasporto molto apprezzato. Abbiamo infatti messo un costo fisso alle spese di spedizione, che non è condizionato dal volume o dalla tipologia di ordine e toglie così qualsiasi pensiero e incertezza di spese impreviste. Una certezza in più è un problema in meno.

Quale futuro, quali prospettive vede nel mondo della movimentazione, con cui voi lavorate, alla luce dei cambiamenti dei recentissimi anni?

L’avvento del digitale ormai non è più una novità, ma il fattore umano rimane importante e lo volgiamo mantenere.

Per questo siamo presenti a Intralogistica Italia: ci sono io per rappresentare proprio il canale di comunicazione diretto.

Il futuro lo vediamo sempre più rapido: sempre meno magazzino ma, al contempo, sempre più possibilità di scelta e disponibilità di materiale. Questo è il futuro per il quale stiamo lavorando noi di TREX.PARTS.