Quello del noleggio è uno dei settori che sta maggiormente crescendo.

Basta pensare ai dati degli ultimi 3 anni:

2019 +10,0%
2020 +1,0%
2021 +20,4
Per il 2022 è prevista ancora una crescita del +12,9%

Vedi qui l’approfondimento sui dati

Pur consapevoli di essere in un mercato drogato dal rimbalzo della ripresa post-pandemia e dagli incentivi che pompano il settore delle costruzioni, è innegabile che siamo in un momento florido per il noleggio.

Ci sono infatti altre macro tendenze che fanno andar bene questa attività.

Da un lato abbiamo ad esempio, contingente a questo momento storico, il ritardo nella consegna dei mezzi nuovi acquistati dalle aziende che porta gli utilizzatori a rivolgersi al noleggio.

Ma, più in generale, è proprio la mentalità che sta cambiando.

L’utilizzatore, e le aziende stesse, hanno iniziato a prediligere l’uso al possesso dei mezzi, garantendosi così tutti i plus dell’accesso alla macchina, senza le problematiche che vanno di pari passo alla proprietà.

C’è anche da dire che i noleggiatori oggi non sono più quelli di una volta. Il mestiere si è evoluto oltre il mero prestito di un mezzo, a vantaggio sia del professionista che noleggia, sia dell’utente che prende la macchina in uso.

Certo esistono ancora realtà che noleggiano in maniera poco strutturata, ma si tratta di una scelta pericolosa, dannosa per entrambe le parti e anche per il settore stesso che viene screditato.

Per capire come è cambiato il mestiere del noleggiatore, come diventare un vero professionista del settore, o anche, per chi lo è già, avere supporto, ASSODIMI è l’Associazione di riferimento. Per il prossimo primo luglio è anche in programma un evento congiunto con Unacea sulle nuove tendenza del settore.
Qui tutte le informazioni

La professione è cambiata perché oggi, chi fa noleggio seriamente, lo fa con una contrattualistica adeguata, moduli e procedure appositamente predisposti, registri di controllo e sistemi di calcolo per la definizione di budget.

Bisogna riuscire ad esempio a predisporre un listino prezzi e delle promozioni che vadano incontro al cliente, ma sempre proteggendo l’Azienda, senza esporsi.

Altro aspetto fondamentale è saper gestire i fornitori e il parco macchine, anticipare le esigenze del cliente.

Ecco perché il supporto dell’Associazione e un’adeguata formazione sono indispensabili, consentendo di rendere l’Attività più proficua e trarre soddisfazioni economiche e non solo.