― Un nuovo progetto logistico che consentirà alle aziende agricole italiane di sfruttare in via esclusiva infrastrutture diffuse a livello nazionale per far arrivare più velocemente i propri prodotti mantenendo inalterata origine e qualità

I consumatori vogliono sempre più prodotti del territorio, di qualità e con rapidità. Soprattutto se si tratta di agroalimentare dove la filiera è determinate sotto molto aspetti:

  • tracciabilità del prodotto
  • genuinità, freschezza e conservazione
  • sostenibilità ambientale
  • sostegno al territorio di produzione

Per rispondere a questa esigenza nascente, sta per nascere un polo logistico nazionale, con diverse infrastrutture su tutto il territorio, con l’obiettivo di garantire un approvvigionamento più sicuro e sostenibile delle eccellenze dell’agroalimentare italiano.

Il nuovo progetto logistico, ora in fase di studio dopo la firma dell’accordo firmato dalle Associazioni promotrici, consentirà alle aziende agricole italiane di sfruttare in via esclusiva infrastrutture diffuse a livello nazionale per far arrivare più velocemente i propri prodotti mantenendo inalterata origine e qualità.

L’intesa è stata siglata dai rappresentanti di: Coldiretti, Consorzi Agrari d’Italia, Cai RE, Assologistica e Confetra.
Il progetto riuscirà anche a favorire la competitività delle imprese agricole, oltre che consentire ai consumatori di ricevere ogni giorno i prodotti degli agricoltori italiani garantendo sicurezza, origine, genuinità e qualità.

Per realizzare questo ambizioso progetto, che sarà coordinato dall’ingegner Maurizio Gentile sin dalla prima fase di studio, Consorzi Agrari d’Italia metterà a disposizione tramite CAI RE una parte del suo patrimonio immobiliare, adeguatamente esaminato e classificato dagli altri partner in base alle potenzialità e alla posizione strategica sul territorio.

CAI – Consorzi Agrari d’Italia

CAI è il primo soggetto nazionale totalmente integrato che unisce la competenza e la capacità di valorizzazione dei prodotti nelle filiere strategiche del primo gruppo agro-industriale italiano, BF SPA con le reti territoriali dei consorzi coinvolti. Grazie a questo progetto, gli agricoltori diventano protagonisti di un nuovo modello di sviluppo, basato sull’innovazione e sulla sostenibilità.

Il progetto poggia su una rete che produce oltre 500 milioni di ricavi annui e conta più di 11 mila soci agendo come un vero e proprio “hub” per il collocamento delle grandi produzioni.

Ad oggi fanno parte di CAI: BF spa, Consorzio dell’Emilia, Consorzio del Tirreno, Consorzio Centro Sud e Consorzio Adriatico.

CAI supporta le aziende agricole in tutto il territorio nazionale con un percorso di crescita basato su una razionalizzazione che nel medio periodo riduce i costi dei mezzi di produzione, un’assistenza tecnica completa, una vasta rete di prodotti e servizi, l’innovazione e la valorizzazione dei prodotti simbolo del Made in Italy, promuovendo accordi di filiera in grado di valorizzare sui mercati il lavoro giornaliero dei produttori e garantire qualità al consumatore.