Si apre oggi, presso l’Oval Lingotto di Torino, la Fiera Internazionale A&T, la manifestazione dedicata a innovazione, tecnologie
e competenze 4.0, con circa 400 aziende espositrici e i loro 1400 esperti

400 aziende espositrici, 1400 esperti, 3 eventi principali, 8 convegni, 14 tavole rotonde, 42 Workshop specialistici.
L’importante appuntamento con A&T focalizza l’attenzione sui cambiamenti in atto nelle principali filiere industriali del nostro Paese.

Con questi numeri, il 2022 non può che essere l’anno della ripartenza. Servono interventi di sviluppo straordinario e strutturale, che investano gli assetti strategici dei Paesi dentro e fuori i confini europei. Lo chiedono i mercati, ne hanno bisogno le imprese. In termini di competitività industriale non si può prescindere da politiche che favoriscano la trasformazione digitale delle aziende, soprattutto delle PMI.
Ecco il senso di A&T di quest’anno.

La sedicesima edizione della fiera internazionale ha consolidato un ruolo di aggregazione industriale ma anche di aggregazione territoriale, costruendo sinergie con distretti e poli industriali a carattere nazionale. L’evento di Torino non è solo una esposizione di tecnologie ma è il luogo dove il sapere tecnologico assume una connotazione pratica e reale, a portata di qualunque azienda, anche la più piccola.

Non è un caso infatti che il tema conduttore della manifestazione sia proprio “DALL’IDEALE AL FATTIBILE”, sottintendendo come integrare realmente e in maniera sostenibile, a seconda delle dimensioni, dei contesti e dei mercati in cui operano le imprese italiane, le tecnologie 4.0 ai processi di produzione industriale, alla valorizzazione dell’intangibile, all’upskilling e al reskilling delle competenze.

Quest’anno saranno sei i focus industriali che caratterizzeranno il programma fieristico: Smart manufacturing, Smart Logistics, Additive manufacturing, Testing e Metrologia, Controllo di processo, Controllo di produzione. Un concentrato di esposizione e di eventi, con circa 400 aziende presenti all’Oval e più di 60 appuntamenti tra convegni, tavole rotonde e workshop specialistici a conferma del valore che A&T assegna alla sua proposta di programma formativo, capace di mettere in connessione i manager della grande azienda con gli imprenditori delle PMI.

Gli eventi di A&T

Tra gli eventi principali di oggi:

  • La presentazione dei dati di ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale nelle PMI del Politecnico di Milano
  • Il convegno di Accredia dal titolo Infrastruttura per la Qualità: gli strumenti per attuare il PNRR

Domani, Giovedì 7 aprile i protagonisti dei Competence Center Nazionali si ritroveranno ad A&T per confrontarsi e condividere il processo di trasferimento tecnologico attuato nei confronti delle imprese italiane.

Venerdì 8 aprile invece, si terrà l’importante simposio La Robotica nel Mondo Reale. Tecnologie robotiche innovative e applicabili nelle aziende di media e piccola dimensione, organizzato da Siri – Associazione italiana di robotica e automazione.
Prevista, per la giornata anche la cerimonia di assegnazione del Premio Innovazione 4.0.

Gli Ambassador dell’innovazione

Quest’anno A&T introduce un’ulteriore novità con gli Ambassador dell’Innovazione: sei imprenditori, leader di impresa e grandi esperti della trasformazione digitale in rappresentanza di sei filiere porteranno la loro esperienza alle PMI, illustrando i vantaggi competitivi legati all’evoluzione tecnologica.

  • Per la Filiera Aerospace Fulvio Boscolo, CEO di LMA Aerospace Technology;
  • Per la filiera Biomedicale Laura Gillio Meina, Director interventional cardiology South Europe di Boston Scientific Italia;
  • Per l’Automotive Vincenzo Ilotte, Direttore Generale di 2A Spa;
  • Per l’Alimentare, Daniele Modesto CEO di Zero Farms;
  • Per il Packaging Denis Ruffino, R&D Technical Director di Arol;
  • Per la Meccatronica, Gianluigi Viscardi, CEO di Cosberg.

La ricerca sulla digitalizzazione delle PMI

La collaborazione con l’Osservatorio Innovazione Digitale nelle PMI del Politecnico di Milano prosegue e proprio oggi, verrà presentato un aggiornamento dell’evoluzione del tessuto manifatturiero italiano, con particolare attenzione alle PMI.
Lo studio ha l’obiettivo di fotografare ogni anno lo stato di digitalizzazione e la vocazione innovativa del tessuto imprenditoriale italiano, evidenziando i bisogni, i gap e le aspettative delle aziende in relazione alle richieste di un mercato globalizzato e fortemente competitivo.

Il Premio Innovazione 4.0 

Da oltre un centinaio di candidature, il Comitato Scientifico Industriale di A&T ha scelto i 9 progetti che parteciperanno alla fase finale del Premio Innovazione 4.0.
Il prossimo venerdì ci sarà la cerimonia che premierà chi tra aziende, università e centri di ricerca, start-up, sarà stato capace di migliorare processi e cicli produttivi attraverso le tecnologie 4.0.

Sponsor del Premio Innovazione 4.0 è Prima Additive che ha voluto produrre un esclusivo oggetto di design utilizzando la stampa additiva del metallo, anch’essa esempio di innovazione. Al primo classificato andrà anche un riconoscimento del valore di € 5.000, assegnato con il contributo degli Ambassador, mentre le start-up finaliste riceveranno il premio Talent Garden, una Membership flex per uno spazio di co-working presso la sede di Talent Garden Fondazione Agnelli di Torino. I Competence Center Nazionali offrono a tutte le aziende finaliste un Voucher formazione.

Altra novità del 2022 è la presenza di tre Tutor a cui spetterà introdurre le categorie e offrire spunti di riflessione e di analisi rispetto ai processi di trasformazione e innovazione 4.0.