Una guida pensata per chi ogni giorno racconta, descrive e parla di ple, per farlo con maggiore valore aggiunto, ponendo attenzione anche alla sicurezza

Anche il mondo del sollevamento, come il mondo del lavoro in generale, continua ad essere terreno di incidenti. I principali rischi collegati alle PLE sono caduta dall’alto, ribaltamento, uso scorretto delle macchine e dei dpi. A questo si aggiunge l’umana disattenzione, la fretta e talvolta la superficialità.

Una volta che tutte le norme sono state rispettate e tutto è stato fatto in modo corretto, lavorare in sicurezza è una scelta che deve essere fatta ogni giorno, un atteggiamento da fare proprio in tutti gli ambiti… comunicazione compresa.

Ed è proprio di questo che parliamo oggi.

Parliamo a chi, dentro alle aziende del sollevamento, si occupa di marketing e comunicazione. Il vostro ruolo è fondamentale, non solo per descrivere il valore aggiunto della vostra azienda, ma anche per diffondere la cultura della sicurezza. Il racconto delle performance delle vostre macchine potrebbe essere uno strumento perfetto per veicolare valori essenziali, come la sicurezza, mettendo in guardia gli utilizzatori da pratiche rischiose, spingendoli verso condotte più responsabili ed efficaci.

IPAF, associazione diffusa in tutto il mondo che promuove l’uso efficace e sicuro dei mezzi mobili di accesso aereo, ha preparato una guida, pensata proprio per chi si occupa di marketing e comunicazione.

La guida ricorda, ad esempio, di porre attenzione al rispetto degli standard di sicurezza negli ambienti quando si fanno video o foto alle macchine; oppure quando si presenta la macchina al cliente, farlo con l’abbigliamento e i dispositivi di protezione necessari; un altro spunto interessante è confrontarsi con il proprio RSPP per la preparazione del materiale promozionali, anche da questa figura esperta in sicurezza possono arrivare spunti interessanti.
Insomma, anche per giornalisti, responsabili marketing e ufficio stampa “presentarsi sempre impeccabili quando si gira nei cantieri e tra le piattaforme: con scarpe antinfortunistiche, giubbino e caschetto” dicono da IPAF. Perchè la sicurezza è anche una scelta e un atteggiamento e tutto concorre a creare un ambiente e una cultura che metta in primo piano la sicurazza.

Trovate di seguito la guida scaricabile.

SCARICA LA GUIDA