Amazon condizioni lavoro
La società di Washington offre occasioni di lavoro in continua crescita, progetta di interfacciarsi con gli istituti tecnici per formare nuovi talenti e non si lascia fermare da genere o età dei dipendenti.

Malgrado il modus operandi di Amazon rispetto al trattamento dei propri dipendenti abbia sollevato recentemente non poche polemiche, bisogna darle atto che ha creato e continua a creare impiego per molti giovani.

I numeri di Amazon

Stando ai numeri dell’anno appena trascorso, sono oltre 14 mila i contratti a tempo indeterminato che impiegano il doppio dei dipendenti rispetto al 2020.
Quanto dichiarato da Amazon è che, solo nel 2021 nel nostro paese sono stati firmati più di 4.500 contratti a tempo indeterminato. Di fatto un datore di lavoro che sta offrendo occasioni lavorative stabili in tutta Italia, con i suoi oltre 50 siti.

Secondo uno studio di The European House – Ambrosetti che ha analizzato i bilanci delle maggiori aziende private nel bel paese, Amazon è quella che ha creato negli ultimi dieci anni più posti di lavoro investendo oltre 8 miliardi di euro. Ma non è tutto: dallo studio è emerso che la società statunitense ha contribuito a sostenere l’economia italiana con totale di 17 miliardi di euro dal 2010 ad oggi.

Amazon offre diverse tipologie di lavoro a seconda delle diverse esperienze e aspirazioni lavorative delle persone.
C’è spazio sia per chi è alle prime armi nel mondo del lavoro sia per i più esperti. Dai magazzinieri agli ingegneri, dai linguisti agli esperti cloud, passando per gli sviluppatori di software e gli esperti del settore dell’intrattenimento.

Secondo Amazon la motivazione che più li spinge ad unirsi al loro progetto è la possibilità di fare carriera. La retribuzione iniziale -al contrario delle polemiche sostenute dagli ex dipendenti che definivano il lavoro sottopagato in condizioni di precariato- è salita del 8% rispetto a quella standard fissata dal contratto nazionale per il settore della logistica e dei trasporti.

In più i dipendenti ricevono una serie di benefit tra cui:

  • un piano pensionistico;
  • assistenza sanitaria;
  • assicurazione medica sulla vita;
  • finanziamenti gratuiti per la formazione personale e le tasse scolastiche.

Amazon offre possibilità di lavoro a tutte le fasce d’età con 1200 dipendenti sotto i 24 anni. L’età media infatti è di 34 e l’8% ha superato i 50 anni.

Se è vero che da un lato c’è chi sostiene che le condizioni di lavoro non siano ottimali, in una gara continua per le performance migliori, dall’altro è innegabile il grande apporto che sta dando alle persone nel mondo del lavoro. Non ultimo il progetto di collaborare con gli Istituti tecnici in Italia per sostenere e formare i talenti del futuro con un’istruzione specializzata.