L’elettrico è sicuramente una delle tecnologie del momento.

Superati gli ostacoli relativi alla produzione di grande potenza, oggi le batterie vengono installate anche su macchinari molto elaborati come le piattaforme di sollevamento, ragni, gru, sollevatori telescopici

Le macchine elettriche alimentate a batterie, oltre ad essere più sostenibili dal punto di vista ambientale, hanno anche altri importanti vantaggi:

  • L’assenza di emissioni e la scarsa rumorosità consente di accedere, con queste machine, anche in ambienti chiusi (gallerie, magazzini, edifici in generale…) e lavorare in qualunque fascia oraria senza arrecare disturbo
  • La batteria rende la macchina, a parità di prestazione degli equivalenti con motori endotermici, più efficiente dal punto di vista energetico

…solo per citarne alcuni.

Perché questi vantaggi siano reali, molto però sta nello stato di salute della batteria. Ecco perché, oltre a scegliere batterie di qualità, è importante occuparsi in maniera corretta della loro manutenzione e ricarica.

Vediamo allora, insieme i tecnici di GM Electric, azienda produttrice di carica batterie, come procedere correttamente alla ricarica della batteria di una piattaforma di sollevamento.

Controllare il livello di carica della batteria prima dell’uso

Controllare il livello di carica della batteria prima dell’uso, ciò evita di ritrovarsi con la macchina scarica durante il lavoro

Valutare la capacità della rete

È importante fare questa valutazione a priori, prima ancora di acquistare la ple e il caricabatterie, per assicurarsi che la potenza disponibile sia sufficiente.

Capita che un cliente si accorga che batteria necessita, per essere caricata, di più energia di quella disponibile. In questo caso GM Electric propone diversi caricabatterie ad alta frequenza, sia monofase che trifase.

Un’altra soluzione potrebbe essere avviare la ricarica durante la notte, quando la potenza disponibile in azienda può essere superiore. È possibile procedere in questo modo con in caricabatterie Evoluxion WT-180.

Valutare la tipologia di batteria installata

Se la batteria è al piombo è necessario predisporre un’area dedicata alla ricarica (ben ventilata, priva di fiamme, scintille o altri elementi che potrebbero innescare incendi o esplosioni). In questo caso il ciclo di carica può durare dalle 6 alle 12 ore. Al termine della ricarica è necessario assicurarsi che l’elettrolita sia a livelli adeguati. In caso contrario bisogna procedere al rabbocco con acqua demineralizzata, a meno che non si utilizza un caricabaterie Evoluxion WT-180 di GM Electric che dispone di funzioni esclusive come il rabbocco automatico.

Se la batteria è al litio si può procedere invece con ricariche sul posto, anche brevi. GM Electric dispone di caricabatterie per batterie al litio, comandato da BMS, con potenza fino a 48V e 200A di carica.

 

La scelta del caricabatterie è quindi fondamentale il buon funzionamento della macchina. Le batterie hanno tensioni differenti, celle e chimica diverse. Per questo ogni batteria deve avere il suo strumento di ricarica dedicato.

Per saperne di più contatta GM Electric

GM Electric
telefono e fax 0415170090 | e-mail [email protected]
www.gmelectric-ve.com