In che modo i dati di Internet of Things possono portare a una pulizia e una manutenzione più efficaci?

Nel mondo moderno le aziende di pulizia sono inondate da una mole di dati incredibile: dalle schede di dati sulla sicurezza dei materiali (MSDS) alle recensioni dei clienti.
E, per un’azienda sopraffatta dai dati, può chiaramente risultare difficile prendere decisioni. E optare per le migliori possibili.

Come trasformi i dati in informazioni reali su cui puoi agire?

Oggi è necessario dare un senso ai dati per garantire protocolli di pulizia più efficaci.

La qualità dell’aria di ogni ambiente di lavoro è probabilmente il miglior indicatore per la pulizia e la manutenzione di una struttura, in grado di determinare anche un conseguente miglioramento della salute del personale, dei visitatori e di chiunque altro utilizzi lo spazio.

Da tempo, diversi sensori possono avvertirci di problemi di sicurezza fondamentali come il monossido di carbonio nell’aria o il fuoco e il fumo in un edificio. Oggi, i sensori di qualità dell’aria interna ci consentono anche di conoscere:

  • Quanta polvere è presente nell’aria
  • Quante sostanze chimiche (composti organici volatili ad esempio) sono presenti nell’aria
  • Quale ambiente necessita di manutenzione perché non sposta anidride carbonica (CO2)
  • In quale parte di un edificio le persone trascorrono la maggior parte del tempo
  • Quali componenti dell’attrezzatura richiedono la sostituzione o la manutenzione in base ai dati sul rumore

Ad esempio, trasformare i dati sulla polvere in informazioni ci consente di sapere dove concentrare il maggior tempo di pulizia.
La capacità di avere e quindi agire sulla base di queste conoscenze è diventata fattibile poiché sempre più gestori di strutture stanno dotando i loro luoghi di lavoro di sensori di questo tipo.

Utilizzare i dati per avere ambienti più puliti

L’inquinamento non è l’unica fonte di problemi relativi alla qualità dell’aria. Vari prodotti per la pulizia, incluso un disinfettante per le mani, possono dar adito ai sensori di allarmarsi. Poiché molte persone sono sensibili alle sostanze chimiche, l’utilizzo dei dati per individuare le aree della struttura in cui il personale dovrebbe utilizzare prodotti a basso odore, comporterà un minor numero di reclami sulla qualità dell’aria.

Non solo. I dati possono anche essere un modo utile per mostrare se i prodotti per la pulizia sono i veri colpevoli di un basso livello di qualità dell’aria.

In alcune strutture, quando la temperatura dell’edificio aumenta, i tappeti e altre superfici iniziano a emettere sostanze che appesantiscono l’aria. Avere dati che mostrano l’ora esatta in cui si è verificata la pulizia e il momento in cui la qualità dell’aria è diventata un problema, aiuterà a individuare la causa e risolverla.

L’analisi dei dati fra pulizia e manutenzione

Dare priorità alla manutenzione può essere difficile. In un edificio grande e complesso con ventilazione e diverse superfici, impostare un orario per la manutenzione ordinaria può essere tutt’altro che una semplice routine.
Ma anche in questo caso, i dati sulla qualità dell’aria interna possono dirci a cosa dare la priorità. Tutto, dalle modifiche ai filtri all’individuazione di un blocco nell’areazione, possono fornire informazioni a una squadra di intervento per recarsi direttamente nell’area interessata senza perder tempo. Molto importante se si tratta di strutture dalle dimensioni significative.

Anche i suoni (misurati in decibel) possono essere un ottimo indicatore di un aspirapolvere rotto, nonché di una ventola o di un motore che necessita di riparazione. Sono quindi anche un ottimo modo per identificare le aree ad alta occupazione in uno spazio (insieme ai dati sulla CO2) che potrebbero richiedere una pulizia profonda.

Concludendo, la trasformazione dei dati in informazioni consente ai team di pulizia e manutenzione di essere più efficienti ed efficaci.
Niente può offrire più potere di apportare miglioramenti rispetto ai dati.
Ma per usarli in modo efficace, devono prima essere analizzati meticolosamente.

Una volta che le aziende avranno raccolto queste informazioni vitali, saranno in una buona posizione per garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti, il che a sua volta aumenterà la fedeltà e la produttività del personale.