bando-export
Dal 10 febbraio 2022, con il Bando Digital Export 2022, il Sistema Camerale emiliano-romagnolo ha come obiettivo quello di rafforzare la capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali

Il sistema camerale Emiliano-romagnolo ha indetto il bando “Digital Export 2022” – che apre dal 10 febbraio 2022 – con l’intento di rafforzare le capacità delle imprese di operare sui mercati internazionali, assistendole nell’individuazione di nuove opportunità di Business.

È Kontiki, sistema automatizzato che punta a snellire le procedure di accesso ai fondi per la formazione aziendale, a segnalare questa bella opportunità per la crescita delle imprese.
Kontiki offre inoltre una piattaforma digitale che consente alle imprese di avere accesso ai fondi, in modo da ottenere una formazione rapida e sicura.

Scopri di più sulla realtà Kontiki: facilita la gestione delle pratiche e la formazione sicura.

Gli obiettivi del bando:

Più nello specifico, con questo bando la Regione Emilia Romagna e il Sistema Camerale Emiliano-Romagnolo si pongono questi obiettivi:

  • sostenere le imprese attraverso il ricorso a servizi o soluzioni finalizzate ad avviare o rafforzare la presenza all’estero delle MPMI, tramite l’analisi, la progettazione, la gestione e la realizzazione di iniziative sui mercati internazionali nella fase di riavvio delle attività per uscire dalla crisi sanitaria da Covid-19;
  • supportare le imprese nell’accesso e/o consolidamento all’economia digitale;
  • incrementare la consapevolezza e l’utilizzo delle possibili soluzioni offerte dal digitale a sostegno dell’export da parte delle imprese, in particolare lo sviluppo di iniziative di promozione e commercializzazione digitale.

Chi ne può usufruire?

I soggetti beneficiari sono le micro, piccole e medie imprese che alla data di presentazione della domanda posseggano i seguenti requisiti:

  • essere regolarmente costituite e iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio entro il 2019;
  • avere sede legale e/o unità locali in Emilia-Romagna con esclusione di unità locali qualificate come magazzino o deposito, conformemente a quanto riportato nella visura camerale aggiornata alla data di presentazione della domanda;
  • essere in regola con il pagamento del diritto annuale della Camera di commercio di riferimento;
  • appartenere ai seguenti settori di attività economica: classificazione Istat Ateco 2007 (si considereranno sia i codici primari sia i codici secondari) – sezione C attività manifatturiere divisioni dalla 10 alle 33;
  • avere un fatturato minimo di euro 500.000,00 così come desunto dall’ultimo bilancio disponibile;
  • essere in regola con il Regolamento CE 1407/2013 del 18 dicembre 2013 in materia di aiuti “De minimis”, ovvero non superare con il contributo concedibile con il presente Bando, il plafond di 200.000 euro di contributi De minimis ricevuti nell’ultimo triennio;
  • essere in regola con i pagamenti e gli adempimenti previdenziali e assicurativi;
  • essere attive e non essere sottoposte a procedure di liquidazione, fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata o altre procedure concorsuali.

Entità dell’agevolazione

Le agevolazioni saranno erogate sotto forma di contributi, che avranno un importo unitario massimo di euro 15.000,00 e minimo di euro 5.000,00.
L’entità massima dell’agevolazione non può superare il 50% delle spese ammissibili.

Quali attività sono finanziabili?

Con il presente Bando si intendono finanziare progetti presentati da singole imprese, articolati in almeno 2 ambiti di attività tra quelli elencati, di promozione su uno o al massimo due mercati esteri, da identificare chiaramente nella domanda di contributo, anche attraverso servizi di consulenza esterna.

Gli ambiti di attività a sostegno del commercio internazionale compresi nel presente Bando dovranno riguardare percorsi di rafforzamento della presenza all’estero e/o sviluppo di canali e strumenti di promozione all’estero, consistenti in:

  1. Temporary Export Manager e Digital Export Manager;
  2. CERTIFICAZIONI;
  3. B2B e B2C;
  4. FIERE E CONVEGNI;
  5. MARKETING DIGITALE;
  6. BUSINESS ON LINE;
  7. SITO WEB AZIENDALE;
  8. MATERIALE PROMOZIONALI.

Quali sono le modalità di presentazione della domanda?

Le richieste di contributo devono essere presentate esclusivamente in via telematica, attraverso lo sportello online “contributi alle imprese”, all’interno del sistema web telematico (http://webtelemaco.infocamere.it) di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 9:00 del 10 febbraio alle ore 14:00 del 1 marzo 2022.

Visita il sito di Kontiki, finanziare la formazione aziendale non è mai stato così facile.

bando-export