― I prodotti per la detergenza si confermano alleati preziosi delle famiglie italiane per assicurare pulizia, igiene e benessere

Da un’indagine condotta da Assocasa – Federchimica, in collaborazione con NielsenIQ, emerge che il grande aumento dei consumi dei prodotti per la detergenza si sta assestando su livelli superiori rispetto al passato.

Infatti, dopo la crescita registrata nel 2020, influenzata dalla pandemia e dalla necessità di igienizzazione, i valori delle vendite nel 2021 sono calati, ma sono rimasti comunque superiori ai livelli pre-covid.

Lo studio market monitor della detergenza ha preso in considerazione, come orizzonte temporale, l’anno terminante il 29 agosto 2021.

Il commento di Giorgio Dal Prato, Presidente di Assocasa

“I dati presentati ci restituiscono una fotografia chiara di come i prodotti per la detergenza si siano confermati alleati preziosi delle famiglie italiane per assicurare pulizia, igiene e benessere. Non solo c’è maggiore attenzione, ma in molti casi i modi di curare la casa sono cambiati, in particolare con una presenza più evidente dei prodotti disinfettanti.

Oltre alla sostenibilità, da sempre sono la nostra priorità l’igiene, la salute e il benessere di tutti. L’igiene gioca un ruolo fondamentale nella vita quotidiana e il periodo di emergenza sanitaria che abbiamo vissuto e stiamo ancora affrontando ne mette in luce l’importanza. Per tale motivo, siamo chiamati a comprendere a fondo quale sia l’evoluzione dei bisogni dei consumatori ed essere in grado di trasformarci, per rispondere a richieste nuove e immediate. È importante che si curi la flessibilità del servizio e il presidio della prossimità”.

Sono 2 le tendenze predominanti del comparto cleaning, legato al mercato della detergenza per il consumatore finale, che emergono dall’analisi:

  • Benessere
  • Sostenibilità

Entrambi rappresentano elementi di traino per la crescita e l’industria della detergenza sta guardando, con sempre maggiore attenzione, non soltanto alla soddisfazione dei bisogni delle famiglie in termini di igiene e pulizia della casa, ma anche alla sostenibilità per evitare sprechi e promuovere la convenienza, la praticità d’uso e il benessere in generale.

L’obiettivo è rivolgersi al singolo consumatore, che è sempre più indipendente nell’acquisto (come nel caso degli acquisti online) e per questo deve essere sempre più ben informato e consapevole nell’utilizzo dei prodotti della detergenza (giusto dosaggio, corrette abitudini d’uso durante le operazioni di pulizia e manutenzione della casa…).

Veniamo quindi ai numeri delle vendite dei prodotti per la detergenza Cura Casa

Nel periodo preso in considerazione, il largo consumo dei prodotti per la detergenza è aumentato (+2,4%), evidenziando un andamento stabile dei prodotti Cura Casa, con un giro d’affari pari a 3.645 miliardi di euro.

ANDAMENTO GEOGRAFICO

Entrando nel dettaglio, il consumo di questi prodotti:

  • È cresciuto nel Sud e Isole (+2,4%) al Centro (+0,7%)
  • È diminuito al Nord Ovest (-2,0%) e Nord Est (-0,6%)

DOVE AVVENGONO GLI ACQUISTI

I Cura Casa vengono acquistati meno in Ipermercati (-5,0%) e Supermercati (-2,4%), che insieme rappresentano il 50,6% delle vendite del Cura Casa. Crescono gli acquisti nei Drugstores (+9,1%) che rappresentano il 29,2% degli acquisti.
Sono lievemente cresciuti anche gli acquisti nei Discount (+0,8%).

TIPOLOGIE DI PRODOTTI

Crescono i coadiuvanti lavaggio e i prodotti per la manutenzione.
Si registra una flessione nelle altre tipologie di prodotto, che si spiega però con l’impennata delle vendite registrata nel 2020.
Infatti, ad eccezione dei preparati disinfestanti, tutti gli altri comparti registrano una performance in crescita rispetto allo stesso periodo 2019, segno che il grande aumento dei consumi in queste categorie si sta assestando su livelli superiori rispetto al passato.

Coadiuvanti lavaggio – rappresentano il 21% delle vendite del Cura Casa e registrano un trend di crescita del +1,2% (grazie al contributo degli Ammorbidenti, in particolare il segmento dei concentrati +9,4%).

Prodotti per la manutenzione – rappresentano il 13% delle vendite del Cura Casa e registrano un trend di crescita del +4,0% (grazie all’incremento nelle vendite di tutti i segmenti, tra cui in primis i deodoranti +3,9%).

Detergenti – rappresentano il 55% delle vendite del Cura Casa e registrano un trend in calo rispetto all’anno precedente (-2,1% a valore). Cala il segmento bucato (-1,7% per i detergenti lavatrice liquidi). Cresce invece il segmento stoviglie e Lavastoviglie (+1,8%), guidato dall’incremento delle vendite dei detergenti per lavastoviglie (+6,6%).

Disinfestanti – rappresentano il 6% delle vendite del Cura Casa e registrano un trend in calo rispetto all’anno precedente (-4,4%). Cala il fatturato di insetticidi per volanti (-8,3%) e insetticidi per elettroemanatori.

Altro – questo segmento rappresenta il 4,5% del fatturato dei Cura Casa, è cresciuto del +19,4% e lo citiamo perché qui rientrano i preparati disinfettanti.

Clicca qui per altre informazioni sul mondo del cleaning