Come affrontare un nuovo inizio in un’epoca storica caratterizzata da grandi incertezze come quella che stiamo vivendo in questi anni? Ne parliamo con Simone Mazzer, CEO di Masi Communication, che nel 2021 ha festeggiato i 10 anni di attività.

Una delle attività fondamentali, per un’azienda, è la pianificazione.
Guardando però alla quotidianità che caratterizza le nostre giornate dai primi mesi del 2020, ci siamo accorti tutti di quanto complicato sia diventato proprio pianificare: pianificare incontri, viaggi, presenza ad eventi… come avete affrontato questa problematica in Masi Communication?

“Per noi il contatto personale con il cliente è da sempre fondamentale – spiega Simone – anche se la nostra attività si basa su strumenti digitali, cerchiamo di non far mancare al cliente il lato umano del rapporto.

Nel 2021, appena è stato possibile, siamo tornati a trovare i clienti di persona e abbiamo presenziato con lo stand a diverse fiere, facendo anche delle scelte molto chiare, nel rispetto della sicurezza nostra e dei nostri clienti.

Ma nei momenti di distanziamento è stato proprio il digitale ad aiutarci. Abbiamo puntato su strumenti e tecnologie che ci consentissero di raggiungere il cliente e fargli sentire, anche se virtualmente, la nostra presenza. Certo non è la stessa cosa, lo strumento non può fare tutto, ma mettendoci la giusta dose di empatia e professionalità, si può fare. Anche perché, in questo periodo, è stato ed è fondamentale per noi far sentire il cliente prima di tutto sicuro”.

Questo quindi ha funzionato nella cura del rapporto umano con il cliente. Il business mette le basi sul rapporto interpersonale ma vive anche di altro. Come è stato possibile fare business in questi anni?

“Sempre grazie al digitale! Io ci ho scommesso 10 anni fa e il tempo mi ha dato ragione. È da diversi anni che online si lavora davvero: si trovano clienti, si mantengono i rapporti, si scoprono fornitori, si cresce. In questi ultimissimi anni se n’è accorto anche chi non ci credeva o era diffidente. Nel momento in cui la pandemia ha spazzato via le procedure tradizionali, noi abbiamo saputo fornire ai nostri clienti gli strumenti per continuare a lavorare. E i numeri ci hanno premiato”. ­­­

Cosa ti aspetti dal 2022?

“Continuano ad esserci delle incertezze, basti pensare alle fiere di inizio anno posticipate a ridosso delle date, o anche agli appuntamenti minati da quarantene e isolamenti che spuntano quotidianamente. Penso però che dobbiamo essere fiduciosi, lavorare con disponibilità e professionalità, restando in ascolto del mercato.

C’è una grande verità che, per quando si legga ormai ovunque, non dovrebbe diventare scontata: sono i periodi più difficili a portare nuove opportunità, e le sfide più intense a dare le soddisfazioni più solide. Non so come sarà quest’anno, ma so che Masi Communication continuerà a migliorarsi, per creare sempre valore nuovo da immettere nel mercato.

Buon 2022 a tutti”.