― A partire dal 15 dicembre la durata del Green Pass dopo la vaccinazione anti Sars-Cov-2/Covid-19 varierà da 12 a 9 mesi

La certificazione verde ottenuta dopo la seconda o la terza dose di vaccino prenderà il nome di Super Green Pass, ma a cambiare non sarà solo la denominazione, infatti, la validità passerà da 12 mesi a 9.

I 9 mesi verranno conteggiati a partire dalla conclusione del ciclo vaccinale (seconda dose), ma con ogni somministrazione aggiuntiva, tra cui la terza dose, si ripartirà da zero, ciò significa che si entrerà in possesso di un nuovo documento aggiornato e conseguente QR code, che avrà come detto validità di 9 mesi.

I soggetti guariti dal Covid-19 otterranno il Green Pass rafforzato e la validità sarà:

  • 6 mesi dalla data di guarigione riportata nel certificato medico;
  • 9 mesi dalla dose di vaccino effettuata dopo la guarigione.

Come fare per aggiornare il Green Pass cartaceo?

In questo caso sarà semplicemente necessario riscaricarlo utilizzando lo stesso codice Authcode in modo tale da disporre del documento con la data di validità aggiornata.

Validità del Super Green Pass

A partire da lunedì 6 dicembre sarà necessario essere in possesso della certificazione verde “rafforzata” anche in zona bianca, per poter accedere a:

  • locali;
  • negozi;
  • centri sportivi;
  • trasporti pubblici;
  • spettacoli/eventi sportivi;
  • discoteche
  • bar e ristoranti al chiuso e così via

Il Super Green Pass si potrà ottenere anche dopo la prima o unica dose, a seconda se si è oppure no contratto il virus. Avrà validità fino alla seconda somministrazione e, in caso non venga completato il ciclo di vaccinazione si perderà il Green Pass.

Durata Green Pass dopo il tampone e utilizzo Green Pass semplice

  • 72 ore in caso di test molecolare
  • 48 ore in caso di test rapido o antigenico

Cos’è il Green Pass semplice e dove potrà essere utilizzato?

Si entrerà in possesso del così detto “Green Pass semplice” una volta effettuato il tampone e aver ricevuto esito negativo.

E consentirà di:

  • esercitare la propria attività lavorativa;
  • fare la spesa ed entrare nei negozi;
  • prendere i mezzi pubblici e i trasporti di lunga percorrenza;
  • andare negli alberghi
  • entrare negli spogliatoi delle palestre e svolgere attività sportive anche all’aperto.

Terza dose, diverse modalità di prenotazione

Dal 22 novembre per gli over 40 e le categorie ammesse è possibile prenotare la terza dose, le modalità sono molteplici e variano da regione a regione anche se in linea generale sono le medesime del ciclo primario.

Ad oggi possono prenotarsi per la terza dose le seguenti categorie:

  • persone con più di 40 anni;
  • ospiti e personali delle Residenze per Anziani;
  • personale sanitario;
  • pazienti fragili;
  • vaccinati J&J di qualsiasi età.

Per la terza dose verranno usati i due sieri Pfizer o Moderna.