Ancora pochi giorni e Spinea, la città in cui è cresciuta Federica Pellegrini, avrà la piscina. E a inaugurarla il 19 dicembre, sarà proprio la campionessa.

La struttura rientra nel piano di urbanizzazione prospicente la stazione ferroviaria, che prevede anche un centro direzionale, uffici, negozi di vicinato, supermercato, parcheggi, piazze e la fermata del bus.
Obiettivo dell’Amministrazione comunale è rendere l’area fruibile ai cittadini e creare un collegamento con il centro città.

Cuore del progetto il centro natatorio, che si sviluppa su una superficie coperta di circa 2.500 m2, al cui interno sono state realizzate tre piscine (una vasca da 25 metri, una seconda vasca didattica da 12 metri e una con funzioni riabilitative) e un centro fisioterapico.
A realizzarlo, in collaborazione con la società specializzata Myrtha Pools, è stata l’Impresa Tonon spa di Colle Umberto, Treviso, che da oltre 60 anni opera nel settore delle costruzioni, e come gruppo ha un fatturato complessivo consolidato di 340 milioni di euro e impiega oltre 1.000 persone.

Cliente da lunga data di Kiloutou Italia, per tutta la durata del cantiere (gennaio – settembre 2021) l’Impresa Tonon si è avvalsa del noleggio di diverse macchine, che ha utilizzato a seconda delle lavorazioni e del loro stato di avanzamento.


Per la movimentazione dei materiali sul terreno ancora sconnesso del cantiere ci si è affidati a un sollevatore telescopico Merlo P40.17con altezza di sollevamento di 17 metri. Dotato di una capacità di 4 t, equipaggiato con forche e benna ha gestito la movimentazione di bancali e materiale sfuso, muovendosi agevolmente anche sul terreno fangoso e negli spazi ristretti.

Sempre in esterno hanno operato le piattaforme articolate diesel Haulotte HA16 RTJ PRO e HA260 PX, rispettivamente con 16 e 25,60 m di altezza di lavoro. Modelli veloci nel sollevamento e con un’eccellente mobilita sui terreni difficili, grazie alla 4 ruote motrici e direttrici.

Per i lavori interni di finitura, invece, ampio l’impiego di piattaforme verticali elettriche con ruote antitraccia. Nel cantiere non hanno operato solo macchina per il sollevamento e il lavoro in altezza, ma anche movimento terra, come il miniescavatore cingolato Yanmar ViO35. Un giro sagoma ideale per gli spazi ristretti e per lo scavo di precisione lungo le pareti.

L’impiego delle macchine in base alle esigenze di cantiere, con finestre temporali più o meno lunghe, ha permesso a Tonon di sfruttare al meglio la versatilità del parco noleggio Kiloutou. Ovvero in modo efficiente e senza costi improduttivi.