― Per costruire le gru la CO2 non serve, quindi JMG Cranes la abbatte

Verde non solo nel logo, JMG Cranes ci racconta di seguito
come si realizza concretamente il suo impegno nell’abbattimento delle emissioni.
Un impianto fotovoltaico e delle aree verdi nelle sedi produttive
bilanciano le emissioni di anidride carbonica, con un bilancio di sostenibilità in attivo.
Ecco il loro racconto.

Scelte cromatiche!
Un logo verde.
Un gancio che vive del verde dell’erba.
Una gamma elettrica completamente verde, a zero emissioni.

Le scelte cromatiche di JMG Cranes vanno in una sola direzione, quella della massima sostenibilità ambientale.

Un’onda verde che non poteva che coinvolgere anche l’area produttiva, strutturata per mitigare al massimo l’impatto ambientale.

Come accade per tutte le scelte Made in JMG Cranes, anche questo aspetto non è lasciato al caso: le emissioni, specialmente quelle inerenti i vari veicoli per l’autotrasporto, gli assorbimenti delle aree verdi e le performance dell’impianto fotovoltaico sono minuziosamente controllati e verificati al fine di raggiungere un saldo energetico quantificabile e, soprattutto, positivo.

Numeri che a loro volta si traducono in salute e sicurezza per tutte le persone che lavorano e vivono nei pressi delle sedi JMG Cranes.

Andiamo con ordine.

JMG Cranes ha a disposizione tre autoarticolati per il trasporto dei materiali voluminosi tra le sedi e i fornitori e per eventuali consegne presso clienti. A questi mezzi si aggiungono ulteriori due furgoni utilizzati per il trasporto di materiali poco ingombranti tra le sedi e i fornitori.
I calcoli – che tengono conto dei dati espressi sui libretti di circolazione e dei chilometri effettivamente percorsi – hanno evidenziato come l’insieme di tutti questi mezzi di trasporto in un anno produca un totale di 29.308,7 kg di CO2.

Il bilancio energetico sarebbe quindi in profondo rosso se precise scelte JMG Cranes non fossero andate a mitigare (e a ribaltare) questo impatto.

Di fondamentale importanza risulta la struttura stessa della sede di Cremona. Quest’ultima è infatti un autentico gioiello incastonato nel verde, grazie alla presenza di 2.900 mq di prato, 25 essenze arboree e un filare di carpini.
Allo stesso tempo anche la sede JMG Cranes di Sarmato si segnala per 320 mq di prato, tre essenze arboree e una siepe.

Sede JMG Cremona
Sede JMG Sarmato

Il preciso calcolo dell’assorbimento di anidride carbonica da parte del prato e di ogni singolo albero evidenzia come l’impatto ambientale causato dai trasporti sia mitigato di 10.887 kg/anno attraverso le ampie aree verdi presenti nelle due aree produttive.

E non è finita.

A Cremona, JMG Cranes ha infatti installato un impianto fotovoltaico da 100 kW che contribuisce ad aumentare ulteriormente l’abbattimento di emissioni e la salubrità dell’ambiente circostante. In soli cinque mesi – cioè dal 6 agosto 2020, data dell’attivazione dell’impianto, al 30 dicembre 2020 – l’emissione complessiva di CO2 dello stabilimento è stata ridotta di ben 11.240 kg.

Un rapido calcolo matematico, che sarà poi da verificare puntualmente, porta quindi a ipotizzare una riduzione annua pari a 26.976 kg. Questo dato, sommato all’assorbimento dei prati e delle essenze arboree, fa quindi pendere la bilancia verso il verde.

E non potrebbe essere altrimenti.

JMG Cranes S.p.A.

Sales & Service Office
Via Bergamo, 142, 26100 Cremona – Italy
+39 0372 1786738

Production Plant
Via Sito Nuovo 14, 29010 Sarmato (PC) – Italy
+39 0523 8486
[email protected]