― Grazie al nuovo servizio lanciato da Prime Facility la procedura di sanificazione all'interno dell'azienda può avvenire solo una volta l'anno, con un grande vantaggio e risparmio.

Sanificazione: un termine che da un anno e mezzo fa, ormai, parte della nostra quotidianità. Non solo nei luoghi pubblici ma, soprattutto, negli ambienti di lavoro che, con le nuove norme, devono rispettare standard di sicurezza e di igiene più elevati rispetto al passato. Molte imprese nell’ultimo periodo, anche alla luce delle nuove varianti Covid che si stanno diffondendo, hanno potenziato i servizi di pulizia e sanificazione, allo scopo di mantenere gli uffici e gli ambienti di lavoro liberi dal virus. E questo sta incidendo parecchio sulle loro casse, perché si trovano ad affrontare costi più alti, visto che le tradizionali operazioni di sanificazione devono essere effettuate a distanza di pochi giorni l’una dall’altra per essere davvero efficaci.

E se si potessero mantenere gli ambienti sanificati per periodi più lunghi? Da oggi è possibile, grazie ai nuovi trattamenti nanotecnologici al Fosfato di Titanio che proteggono tutti i tipi di supporti di qualsiasi materiale dalle infestazioni batteriologiche e virali grazie all’azione attiva al 100% dei Fosfati di Titanio per un anno intero.

Abbiamo chiesto come funzionano questi trattamenti a Bernardo Bolgeri, General Manager della società di Prime Facility, una realtà di Facility Management e Global Service specializzata nel cleaning, che di recente ha sviluppato un nuovo servizio per aiutare le aziende a mantenere i luoghi di lavoro sempre sicuri e sanificati.

Come avviene la sanificazione attraverso nanotecnologia al fosfato di titanio?

Il trattamento è nato per andare a sopperire alla mancanza protettiva della sanificazione tradizionale, che ha una durata molto breve. Viene preceduto da un’accurata pulizia ed è svolto dal nostro personale specializzato. Garantisce una protezione di un anno sulle superfici trattate. Questo significa che la procedura di sanificazione all’interno dell’azienda può avvenire solo una volta l’anno, con un grande vantaggio e risparmio.

I Fosfati di Titanio in nanoparticelle, grazie alla fotocatalisi, non uccidono le cellule dei batteri ma le decompongono. Questo rende il sistema più efficiente perché la reazione fotocatalitica lavora anche quando i batteri si stanno attivamente propagando, cosa che invece non avviene con i sanificanti tradizionali che risultano meno performanti.

Quali materiali si possono trattare con la nanotecnologia al fosfato di titanio?

Dai metalli alle superfici minerali, dal vetro alle plastiche, fino al legno, tessuti e agglomerati. Qualsiasi tipo di materiale e, di conseguenza, di macchinario, viene protetto dalle infestazioni batteriologiche e virali grazie al trattamento, che è svolto con l’utilizzo di dispositivi specifici. 

Postazioni di lavoro, attrezzature per la movimentazione nella logistica, veicoli, oggetti come computer, telefoni e tablet: tutti possono essere trattati con questo nuovo processo di sanificazione.

Quali sono le procedure da rispettare per mantenere gli ambienti protetti?

Subito dopo la sanificazione, rilasciamo un certificato di esecuzione valido per un anno. I nostri tecnici sono stati formati a lungo per l’esecuzione di questo servizio. Insieme a questo, rilasciamo anche un piano di manutenzione delle pulizie degli ambienti, con indicazioni specifiche su prodotti e tecniche di pulizia. Questo, non solo per mantenere l’efficacia della sanificazione ed eliminare gli sprechi, ma perchè consideriamo la pulizia un grande valore in grado di migliorare la qualità di vita all’interno degli ambienti di lavoro.

Per maggiori informazioni clicca qui