― Il nuovo gioiello elaborato dagli studi di progettazione Carer è stato realizzato per le applicazioni indoor, dove la necessità di sollevare grandi carichi si deve coniugare con le ristrettezze degli spazi di movimento. L’A160S è infatti il primo carrello elettrico al mondo con portate da 16 ton delle stesse dimensioni delle macchine da 8 ton e si distingue nel panorama del material handling per design, dimensioni, visibilità, prestazioni e autonomia

La nuova macchina di casa Carer è nata da un’esigenza diffusa soprattutto tra i suoi clienti del Nord Europa: avere a disposizione un carrello elettrico specifico per l’impiego in ambienti interni nei settori con grandi carichi (handling di pannelli di legno, acciaierie, carpenterie, movimentazione degli stampi ecc.).
Si tratta di applicazioni che richiedono macchine con portate elevate, ma con dimensioni molto compatte: le caratteristiche ideali per garantire un’adeguata maneggevolezza anche in spazi ristretti.

I progettisti di Carer sono partiti dalla base tecnica di un modello di grande successo, l’A80X con baricentro 900 mm, con cui a prima vista la nuova macchina potrebbe essere confusa, se non si pone l’attenzione su alcuni dettagli.
Le dimensioni dell’A160S, infatti, sono quasi le stesse, ma la nuova macchina raggiunge i 16 ton di portata con un baricentro di 600 o 900 mm, a seconda delle versioni.
Per conseguire questo straordinario risultato, gli ingegneri hanno sfruttato al massimo le geometrie che avevano a disposizione: arretrando il montante sopra l’asse delle ruote anteriori e aggiungendo zavorrature in punti strategici, sono riusciti a ottenere una ridottissima “quota X” (730 mm), il parametro che indica il braccio ribaltante del carrello.
In questo modo la macchina risulta molto compatta, con una lunghezza quasi identica alla macchina da 8 ton (3830 mm) e una larghezza di soli 2050 mm, ma con una portata doppia (16 ton).

Elevate prestazioni in totale sicurezza

La nuova macchina presenta un design accattivante, che esprime perfettamente le sue caratteristiche di estrema potenza e compattezza ed è stata studiata appositamente per soddisfare le diverse esigenze di prestazione dei suoi impieghi operativi.

Le dimensioni delle gommature, per esempio, sono state ridotte, in modo da limitare la velocità a vantaggio dell’accelerazione, una caratteristica fondamentale per le applicazioni indoor: i suoi 12 km/h di velocità si accompagnano così all’elevata maneggevolezza nelle manovre e a una brillante accelerazione (circa 2,5 m/s).

Ergonomia ed efficienza: il binomio vincente

Dal punto di vista ergonomico le caratteristiche dell’A160S sono uguali a quelle della serie AX: un posto di guida rialzato, con comodi gradini di accesso, e un abitacolo molto confortevole, con pannellature in vetro, aria condizionata e riscaldamento.

La nuova macchina nasce inoltre con traslatore e posizionatore Terminal West integrati: la tipica attrezzatura con soli 2 cilindri permette di avere uno sbalzo ridotto e una buona finestra di visibilità, che raggiunge i 500 mm all’interno del montante. Quest’ultimo è stato infatti appositamente portato sopra le ruote, per allargare il campo visivo dell’operatore mentre guida.

Il carrello elettrico A160S è alimentato da una batteria a 96 V e 1680-1720 Ah, che assicura un giusto equilibrio tra le prestazioni adeguate alle richieste del mercato e un’ampia autonomia.
Si tratta dunque di un modello che completa la gamma Carer, che ora mette a disposizione sia l’A160-200X, la macchina grossa ed estremamente potente per l’outdoor, sia il modello più compatto, ma ugualmente performante, per l’uso interno.

Un aspetto fondamentale riguarda le gommature dedicate: mentre i carrelli da ambiente esterno A160-200X sono dotati di gommature pneumatiche, la nuova macchina nasce di serie con le superelastiche, perché in alcune applicazioni indoor le coperture possono danneggiarsi a contatto con le parti metalliche delle strutture e dei bancali. Negli ambienti interni, del resto, la gommatura superelastica garantisce maggiore sicurezza senza ridurre le prestazioni, perché le percorrenze sono più brevi rispetto alle applicazioni outdoor.

I vantaggi dell’elettrico

L’impiego del nuovo carrello A160S in ambienti interni rende ancora più evidenti i vantaggi dell’alimentazione elettrica.
Con le macchine termiche, infatti, i costi di esercizio sono elevati, perché i motori restano sempre accesi, anche nelle pause delle fasi di movimentazione: oltre a consumare carburante, emettono gas di scarico nocivi e molto rumore, elementi che pregiudicano la qualità degli ambienti di lavoro.

Al contrario, i carrelli elettrici non emettono sostanze inquinanti anche quando sono in movimento, tutelando la salute degli operatori e non sporcano l’ambiente di lavoro. In più, grazie al distributore tarato per mantenere i motori spenti nei movimenti passivi, i carrelli come l’A160S garantiscono notevoli risparmi sui costi di esercizio e liberano le aziende dall’ingombrante e pericolosa presenza dei serbatoi di gasolio.

Per queste ragioni, il nuovo carrello elettrico A160S è la macchina ideale per quegli stabilimenti che finora usavano carrelli diesel per motivi di portata, in quanto l’elettrico non era in grado di garantire le stesse prestazioni. Ora, invece, grazie all’elevata autonomia dei carrelli elettrici, in grado di portare a termine un intero turno di lavoro, e alle performance paragonabili a quelle delle macchine termiche, la scelta per l’elettrico è quindi giustificata da numerosi vantaggi.

Come tutte le macchine della gamma Carer, anche l’A160S è disponibile in versione Litio.

 

 

Per ulteriori informazioni sulla nuova A160S e sulla gamma dei carrelli elettrici Carer, scrivi a [email protected] o chiama il numero 0545.1938010