― Uno studio misura i progressi che le imprese europee stanno facendo sul fronte della sostenibilità ambientale delle operazioni logistiche

Un recente studio “Measuring Industry’s Temperature: an environmental progress report on european logistics” realizzato dalla Kühne Logistics University di Amburgo in collaborazione con l’European Freight & Logistics Leaders’ Forum, indica che nonostante la pandemia, il processo di decarbonizzazione della logistica in Europa è in corso e si sta integrando alla pianificazione strategica delle aziende. Molte imprese, tuttavia, sono ancora in una fase relativamente iniziale del processo.

Il rapporto riassume i risultati di un’indagine su oltre 90 dirigenti senior per determinare in che misura le loro attività stanno lavorando per ottimizzare la sostenibilità ambientale delle loro operazioni logistiche, principalmente riducendo le emissioni di carbonio.
Questo perché le attività logistiche rappresentano circa il 10-11% delle emissioni globali di CO2 e sarà difficile invertire la rotta a causa della loro fortissima dipendenza dai combustibili fossili e dall’alto tasso di crescita previsto.

Tra le più importanti conclusioni a cui è giunto lo studio:

  • Circa il 30% delle aziende dispone di strategie logistiche sostenibili che sono già in atto o in fase di implementazione, ha fissato obiettivi di riduzione assoluta del carbonio per le operazioni logistiche ed è in grado di misurare le relative emissioni di CO2 a livello disaggregato;
  • I fornitori di servizi logistici sembrano avere una maggiore capacità di gestire il processo di decarbonizzazione rispetto agli utenti di questi servizi;
  • Il 40% degli intervistati (e il 60% di quelli in aziende leader) ritiene che metà o più delle misure di riduzione della CO2 riducano anche i costi, confermando uno stretto allineamento degli obiettivi ambientali e commerciali;
  • Si ritiene che i tre modi più convenienti per decarbonizzare la logistica siano il trasferimento delle merci dalla strada alla ferrovia, l’ottimizzazione dell’utilizzo dei veicoli e il trasferimento delle operazioni di trasporto dai combustibili fossili alle energie rinnovabili;

Tre quarti dei manager consultati ritengono che la digitalizzazione avrà un impatto innovativo sulla logistica nei prossimi cinque anni con miglioramenti per la visibilità della catena di approvvigionamento, progressi nei sistemi di gestione dei trasporti, innovazioni nel percorso dei veicoli e piattaforme logistiche online che dovrebbero dare i maggiori contributi IT alla decarbonizzazione della logistica.

La survey ha previsto inoltre una domanda specifica agli intervistati: quali sarebbero secondo loro i tre modi più convenienti per ridurre le emissioni nella logistica. I suggerimenti sono stati poi raggruppati in una classifica:
– Aggiornamento IT
– Utilizzo dei veicoli in maniera più efficiente
– Incremento dell’efficienza energetica dei trasporti
– Riduzione della quantità di merci movimentate
– Riduzione delle emissioni dal magazzino
– Conversione alle energie alternative
– Ottimizzazione del carico dei veicoli
– Movimentazione in modalità più pulite

Per scaricare la versione integrale del report con le case history delle varie aziende coinvolte nella survey: Report Measuring IndustrysTemperature