― Il Gruppo Miretti ha sviluppato con successo soluzioni per la trasformazione antideflagrante Atex di carrelli elevatori alimentati con batteria al litio ferro-fosfato

La sfida è realtà! E’, infatti, ormai realtà la trasformazione antideflagrante Atex di un carrello elevatore alimentato con batteria al litio ferro fosfato. 

I sistemi Atex per carrelli alimentati a batteria al litio ferro-fosfato rappresentano una delle tante sfide intraprese e vinte dalla Miretti. Questo lavoro di sviluppo è il frutto del costante impegno nel ricercare nuove soluzioni per proteggere e mettere in sicurezza le soluzioni innovative che ogni anno vengono introdotte sul mercato; tale “mission” è elemento distintivo del Gruppo che, dal 1973, spesso si è trovato e si trova tutt’oggi a interpretare il ruolo coraggioso di precursore su progetti mai tentati prima. Grazie all’ufficio Ricerca & Sviluppo e al dipartimento Certificazione, entrambi interni all’azienda, il Gruppo Miretti ha sviluppato con successo soluzioni antideflagranti certificate per veicoli alimentati da batteria al litio ferro fosfato.

Dall’introduzione delle celle al Litio nell’impiego industriale, il team Miretti è impegnato nella ricerca ingegneristica e tecnica dedicata alla conversione Atex di veicoli al litio. L’obiettivo principale era ed è tuttora quello di sviluppare un pacchetto di protezione “antideflagrante” certificata ed ergonomica per macchine con batteria al litio ferro fosfato che permetta di operare in sicurezza in zone pericolose e che, al contempo, soddisfi le caratteristiche specifiche di questa particolare fonte di alimentazione.

Le soluzioni adottate garantiscono la sicurezza della batteria evitando il rischio di sviluppo di un “thermal runaway” grazie alla conformità agli standard di sicurezza UL1642 e UL2580. La sequenza di prove prevede severi test (elettrici-meccanici-ambientali) con stringenti criteri di accettazione e comprende anche la simulazione di guasti della batteria e del sistema di controllo. Questi risultati sono la base per garantire la conformità per la categoria 2GD.

Dopo la prima conversione Atex di un carrello alimentato con batteria al litio (effettuata da Miretti lo scorso 2018), prosegue oggi l’impegno degli ingegneri Miretti con l’obiettivo di aumentare e consolidare il proprio know-how su macchine alimentate al litio. Carrelli con questo tipo di alimentazioni sono già stati convertiti Atex nello stabilimento italiano della Miretti e sono già stati immessi sul mercato con notevole successo. Questi veicoli, efficienti in termini di energia ed emissioni, potrebbero rappresentare il futuro nel settore della movimentazione (anche e soprattutto alla luce della tematica ambientale sempre più protagonista nel dibattito pubblico) ed è desiderio del gruppo Miretti far parte attiva di questo cambiamento.

Il veicolo antideflagrante con tecnologia al litio ferro-fosfato è particolarmente adatto in tutti quei contesti industriali come nell’industria chimica (vernici, farmaceutica, cosmetica, additivi), alimentare e della logistica. Situazioni in cui è richiesto il più alto livello di “performance” durante tutto l’arco di utilizzo del veicolo stesso. I carrelli elevatori alimentati da una batteria al litio ferro fosfato garantiscono un funzionamento ad alte prestazioni con la massima potenza e sono ideali per applicazioni su più turni. La batteria al litio è pressoché esente da manutenzione e consente di eliminare i problemi di gestione e ricarica associati alle batterie al piombo. La batteria al litio, inoltre, è pressoché priva di emissioni. Questo elemento si rivela determinante perché rende i veicoli quasi a emissioni zero e quindi ecologici. Con tali caratteristiche i carrelli con batterie al litio ferro-fosfato consentono ai clienti di avere piena flessibilità di utilizzo indipendentemente dalle condizioni operative e offrono un’alternativa efficace e perseguibile ai tradizionali veicoli diesel e/o elettrici antideflagranti.

A fronte di queste considerazioni, il Gruppo Miretti desidera rassicurare il mercato della movimentazione, tutti i produttori e anche gli utenti finali. In ambito movimentazione materiali l’impiego della tecnologia al litio è relativamente recente. Tuttavia non lo è se analizziamo il mercato automotive.

Pertanto oggi, grazie al lavoro di sviluppo di Miretti, anche i carrelli con batteria al litio ferro fosfato possono essere convertiti in versione antideflagrante per operare in sicurezza in aree pericolose in conformità alle normative in vigore. L’azienda Miretti è riuscita a trasferire la sua consolidata e pluriennale esperienza nelle trasformazioni Atex, effettuate abitualmente su veicoli elettrici e diesel, anche ai carrelli con batteria al litio ferro fosfato.

Il risultato è Innovazione, Qualità e Affidabilità certificata nelle trasformazioni antideflagranti per carrelli elevatori al litio ferro-fosfato.  La prossima tappa, sui cui Miretti sta già lavorando, è quella di rendere le trasformazioni Atex dei veicoli alimentati al litio rapidamente disponibili sul mercato come normalmente avviene con i tradizionali carrelli elettrici e diesel.

Sarebbe auspicabile, quindi, accantonare posizioni di eccessivo scetticismo che probabilmente rivelano una non approfondita conoscenza del tema e un altrettanto preliminare lavoro di ricerca sul un prodotto relativamente nuovo. L’esperienza maturata sul campo permette al Gruppo Miretti di sostenere che la trasformazione antideflagrante su carrelli con batteria al litio ferro- fosfato è fattibile ed è sicura. La positività verso tale tematica si basa anche sull’esperienza di lavoro condotta in modo specifico sul tipo di celle e BMS utilizzati che diventano un fattore discriminante. Anche in questo caso – come in tutte le conversioni antideflagranti – devono essere seguiti precisi e rigorosi iter di processo che la Miretti ha potuto definire grazie ad una costante e meticolosa sperimentazione. Il “tavolo di discussione” rimane sempre aperto in Miretti.

Per chi fosse interessato all’argomento o avesse necessità di conversioni Atex su carrelli con batteria al litio, sarà certamente possibile effettuare una prima analisi interlocutoria e un primo approccio al progetto con i tecnici e gli ingegneri Miretti che in questi anni si sono dedicati allo sviluppo di tale specifico prodotto.

www.miretti.com

 [email protected]