Carrelli elevatori per container
― I carrelli elevatori per movimentare i container si vedono in azione solitamente in porti e interporti, dove arrivano e partono navi, truck, treni carichi di container.

Quando si parla di carrelli elevatori per container è doveroso fare una prima grande distinzione:

  • Carrelli elevatori per movimentare i container
  • Carrelli elevatori per riempire/svuotare i container

Come è facile intuire, si tratta di 2 tipologie di macchine completamente differenti. Carrelli grandi e potenti nel primo caso, muletti piccoli e maneggevoli nel secondo.

Carrelli elevatori per movimentare i container

Parliamo di macchine molto grandi, di solito si vedono in azione in porti e interporti, dove arrivano e partono navi, truck, treni carichi.

Visto il loro utilizzo, appartengono alla famiglia dei carrelli elevatori di grande portata.

La loro portata è diversa, a seconda che i container da trattare siano vuoti o carichi.

Nel primo caso il carrello utilizzato deve avere una portata di circa 10 tonnellate, si sale invece anche fino a 40 se il container è pieno. Nel caso di container vuoti, alcuni carrelli, dotati di castello doppio, un telaio a doppio sollevamento, riescono a trasportane anche 2 alla volta.

Riescono a mantenere l’equilibrio grazie a un meccanismo di controbilanciamento.
L’alimentazione di questo tipo di carrelli è tipicamente diesel, alcuni modelli più piccoli e innovativi possono anche essere elettrici.

Il Reach Stacker

Per la movimentazione del container può essere utilizzata anche un’altra tipologia di macchina: il Reach Stacker. Ha la caratteristica di avere un braccio telescopico con morsa pneumatica in grado di agganciare il carico sui lati più corti, in modo da sollevarlo in altezza o spostarlo.
Solitamente ha un telaio controbilanciato, 4 ruote e propulsione diesel, caratteristiche che lo rendono una macchina potente, in grado di movimentare svariate tonnellate, spostando i container da un mezzo a un altro, o anche impilandoli uno sull’altro.

 

Rispetto al carrello elevatore, il Reach Stacker riesce anche ad impilare i container uno sull’altro (fino alla terza fila), grazie al braccio telescopico in grado di raggiungere una maggiore altezza.
Rispetto al carrello elevatore, che di solito pesa circa 70 tonnellate, il Reach Stacker è molto più pesante.

Tra i principali costruttori di carrelli elevatori per container ricordiamo Hyster, Kalmar, Linde, CVS Ferrari e FTMH.