Minimizzare l’impatto sull’ambiente delle attività di logistica e trasporto.
La sostenibilità ambientale è un tema molto dibattuto in ambito aziendale: finalmente molte imprese si rendono conto degli impatti negativi che processi e gestioni possono avere sull’ambiente. E sul benessere delle persone.
Ancora più incoraggiante è che alla consapevolezza di dover limitare la propria impronta, segua poi un impegno concreto nell’adozione di modelli di business ecologici.

Le nuove politiche aziendali eco-friendly investono oggi anche la logistica.
Soprattutto per ciò che riguarda i modelli di organizzazione e gestione dei flussi distributivi. Questo è tutto ciò che attiene alla green logistics.
Per la logistica sostenibile i mezzi di trasporto che si occupano delle spedizioni, dello stoccaggio, rappresentano il cuore pulsante. Ma quando si parla di green logistic, non sono l’unico ambito di analisi.

Cosa significa green logistic?

Quali sono i passi per rendere la logistica più efficiente e verde? La tecnologia aiuta con le sue soluzioni innovative a efficientare gli sforzi ecologici nell’ambito della gestione di consegne e magazzini. Ma come avviene tutto ciò, nell’operatività di tutti i giorni?

  1. Trasporto su gomma: puntare alla sostenibilità significa anche dotarsi di flotte elettriche o a benzina in grado di ridurre al massimo i consumi di gasolio e le emissioni. Lo stile di guida degli autisti talvolta può impattare negativamente sui consumi. Per cui è bene incentivare con la formazione l’adozione di tecniche eco-compatibili.
  2. Intermodalità: l’alternanza del trasporto merci su strada può essere sostituito da modalità più ecologiche come su rotaia e marittime.
  3. Packaging: spesso è realizzato con materie prime non riciclabili che hanno un forte impatto sull’ambiente. Anche l’imballaggio potrebbe quindi essere ottimizzato: significa ridurne peso e dimensioni oltre che utilizzare materiali ecologici e riciclabili.
  4. Magazzino: le infrastrutture logistiche hanno un impatto sull’ambiente. Un magazzino con un grande impianto di illuminazione, climatizzazione e riscaldamento è lontano da un magazzino verde. Se però lo si attrezza per produrre emergia utilizzando fonti rinnovabili, può facilmente diventare un edificio eco-compatibile.
  5. Software per la logistica: oggi tanti tool e programmi aiutano le imprese a monitorare e limitare i fattori inquinanti. Si tratta di soluzioni che permettono ai trasportatori di individuare le tratte migliori dal punto di vista dell’ottimizzazione dei consumi oppure di calcolare gli ingombri della merce per massimizzare il carico di ogni singolo mezzo ed evitare di viaggiare a vuoto.
  6. Rifiuti: La raccolta e trattamento dei materiali di scarto, deve essere volta a favorirne il riutilizzo. Investire in progetti a difesa e tutela dell’ambiente e del clima può aiutare a compensare l’impatto della propria impronta ecologica.

Green logistic: quali sono i vantaggi?

I fattori benefici che offre la logistica eco-friendly non sono solo ambientali. Anche se gli interventi apportabili possono comportare dei costi iniziali elevati, nel lungo periodo offrono vantaggi significativi. Tra questi:

  1. Ottimizzazione delle risorse e riduzione degli sprechi
  2. Più efficienza e produttività
  3. Riduzione dei costi di magazzino e di trasporto
  4. Incremento della redditività economica

Oggi i consumatori sono più sensibili verso sostenibilità ambientale ed il risparmio energetico e le loro scelte di acquisto vengono orientate verso le aziende che adottano comportamenti eco-friendly.
Per questa ragione, investire in una logistica sostenibile non rappresenta solo un impegno di corporate social responsibility, ma anche una chance per differenziarsi dai competitor e avere un ritorno positivo sulla brand reputation.