Per ALIS, Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile, è essenziale dare segnali veri di ripresa e di normalità.

Per questo ha deciso di organizzare, compatibilmente con le restrizioni in vigore e in totale aderenza e rispetto dei protocolli di sicurezza, 3 eventi nazionali che si terranno in presenza nei prossimi mesi:

  • a Roma il 25 maggio,
  • a Sorrento (NA) dal 10 al 12 giugno
  • a Manduria (TA) il 27 luglio

“L’obiettivo – ha spiegato il Presidente Guido Grimaldi – è quello di promuovere dialoghi e confronti concreti sui temi della transizione ecologica e digitale che rappresentano i pilastri del programma governativo nonché dei progetti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza”.

Di questo si è parlato durante l’ultimo Consiglio direttivo dell’Associazione, svoltosi qualche giorno fa, con la partecipazione del Presidente AdSP Mar Tirreno Centrale Andrea Annunziata e del Presidente Unione Interporti Riuniti Matteo Gasparato. Gli ospiti hanno evidenziato il grande bisogno di una rete infrastrutturale moderna, sostenibile ed efficiente nonché di un sistema amministrativo semplificato e sempre più digitalizzato.

L’impegno di ALIS è duplice:

  • continuare a sostenere la necessità di difendere la sostenibilità ambientale, sociale ed economica
  • far comprendere alle Istituzioni quanto sia importante e strategico il ruolo del settore

Secondo dati ISTAT, la pandemia ha prodotto un calo del PIL dell’Eurozona dello 0,4% nel primo trimestre 2021 e una contrazione nel 2020 del PIL in Italia pari all’8,9%.

“Mai come oggi – ha detto sempre Grimaldi – c’è bisogno di una ripartenza forte del Sistema Paese, specialmente in considerazione dell’attuale scenario macro-economico, caratterizzato ancora dall’emergenza Covid-19. Proprio per questo ALIS, supportata da tutto il cluster continua la propria attività di rappresentanza nel mercato del lavoro e guarda con fiducia al Piano vaccinale presentato dal Commissario Figliuolo”

I 3 eventi organizzati per i prossimi mesi, hanno anche il valore simbolico di fornire al tessuto economico e sociale segnali veri di ripresa e di normalità. “Gli interventi dei Coordinatori delle Commissioni tecniche di ALIS – racconta Grimaldi – hanno dimostrato ancora una volta le priorità programmatiche sulle quali intendiamo investire con le nostre istanze:

  1. la modernizzazione dei mezzi e dei beni strumentali impiegati nelle operazioni di trasporto,
  2. l’innovazione della catena logistica e la semplificazione nelle procedure amministrative,
  3. l’istituzione di nuove ZES
  4. il coordinamento e semplificazione dei controlli doganali
  5. l’implementazione di misure che favoriscano l’utilizzo dell’intermodalità, lo sviluppo del Mezzogiorno per ridurre non solo le distanze geografiche ma anche quelle economiche e sociali tra Nord e Sud
  6. la previsione di nuovi modelli organizzativi aziendali e nuove figure professionali qualificate e al passo con i mutamenti del settore, rappresentano solo alcuni dei temi sui quali oggi ci siamo confrontati.

Possiamo dire con piacere ed orgoglio che le nostre proposte in materia di rifinanziamento strutturale delle misure incentivanti Marebonus e Ferrobonus, di incentivazione per le aziende di autotrasporto volti al rinnovo dell’intero parco circolante dei mezzi pesanti, così come per le compagnie ferroviarie di ammodernamento dei carri merci circolanti, di accelerazione nella realizzazione dei collegamenti di ultimo miglio dei porti e dei Corridoi TEN-T e di una rapida attuazione delle ZES e delle ZLS attraverso un’ampia sburocratizzazione, oltre all’adozione del CMR elettronico, sono state recepite con parere favorevole dalla Commissione Trasporti della Camera e dalla Commissione Lavori Pubblici del Senato e rappresentano importanti e straordinari obiettivi raggiunti dall’associazione”.