― L’automazione delle attività di pulizia rappresenta una grande chance per l'ottimizzazione di produttività, gestione dei costi ed efficienza

Ogni giorno di più, le aziende realizzano i vantaggi legati alla sostenibilità che i dispositivi IoT e quindi connessi a Internet, possono offrire.

Nel settore della pulizia professionale, la capacità dei dispositivi IoT di fornire un meticoloso monitoraggio della struttura 24 ore su 24, 7 giorni su 7, di avere una trasmissione remota dei dati più accurati può aumentare sia l’efficienza che la produttività.
Utilizzando la robotica e l’Internet of Things per ridurre il tempo ed i profitti sprecati, le aziende possono migliorare le proprie prestazioni secondo metriche più cruciali. In tal modo, riescono a fare un passo avanti verso obiettivi di sostenibilità più ampi che sono spesso strettamente legati alla reputazione del marchio e alla fedeltà dei clienti.

IoT e cleaning

Le macchine che sfruttano la robotica per la pulizia e cura dei pavimenti possono seguire mappe personalizzate, evitando ostacoli come muri, scale e persone mentre puliscono in modo autonomo. Risparmiando così fino all’80% sui costi e fino all’85% di acqua e prodotti chimici.

Recenti ricerche prevedono che nel corso dei prossimi 10 anni, il numero di dispositivi IoT crescerà da 75 miliardi a oltre 100 miliardi, rendendoli essenziali per le operazioni quotidiane. Quindi non potranno che offrire alle organizzazioni di settore gli strumenti di cui hanno bisogno per operare in modo più sostenibile, supportando anche il risparmio sui costi e la forza lavoro.

L’impatto della robotica sul cleaning

Oggi, aziende di tutti i settori riconoscono l’impatto che la robotica e l’innovazione possono avere sul proprio business, e sui loro dipendenti, in termini di produttività e efficienza.

Qualsiasi tipologia di industria che nei processi abbia attività ripetitive può potenzialmente ottenere miglioramenti importanti dall’implementazione dei robot. E questo perché l’utilizzo di robot avanzati abbinati a miglioramenti dei processi e modifiche dei layout può condurre ad un incremento della produttività del 30% nei prossimi 10 anni e a un risparmio del 40% dei costi.

La spinta tecnologica è tale da essere in grado di aiutare sia le PMI a competere su scala più ampia e sia le grandi imprese, che avranno la possibilità di ottimizzare il time to market dei nuovi prodotti.

Con Tennant 7T AMR ISC anticipa il futuro della robotica in Italia

La realtà odierna non è distante da ciò che sono le proiezioni per il futuro. Lo sa bene ISC, rivenditore ufficiale italiano del marchio Tennant, che con l’arrivo della T7 AMR si confronta col mondo della robotica.
E lo fa con una macchina che rappresenta un’opportunità grande per le imprese in termini di produttività, gestione costi ed efficienza.

Grazie ai progressi nell’intelligenza artificiale e nelle capacità di rilevamento del movimento, i robot collaborativi saranno uno dei mercati in più rapida crescita nello spazio robotico, rappresentando il 34% di tutti i robot industriali venduti entro il 2025. 

L’automazione delle attività di pulizia dei pavimenti in effetti e più nello specifico la collaborazione uomo-macchina sarà la strategia vincente per l’automazione industriale.
Dall’unione di due mondi, il cobot, che come la T7 lavora insieme agli operatori umani ed anche al loro posto, nasceranno sistemi pronti a migliorare la produttività e la qualità del lavoro degli operatori, che potranno gestire diversamente il loro tempo.

Un’innovazione dentro l’innovazione, disponibile da oggi solo da ISC!