Basso costo operativo, affidabilità e garanzie post vendita di un macchinario nuovo, possibilità di accedere agli incentivi fiscali 4.0. È per rispondere a queste tre esigenze che Doosan ha presentato la nuova gamma di carrelli elevatori low cost.

Una serie che punta a far risparmiare le piccole e medie imprese che necessitano di rinnovare il proprio parco mezzi a costi contenuti ma con la stessa garanzia di un servizio post vendita di qualità che non viene assicurata in caso di acquisto di carrelli elevatori usati o ricondizionati.

Abbiamo pensato a una gamma, che abbiamo definito low cost, nell’ottica di integrare la nostra serie di macchine premium con dei prodotti adatti a un utilizzo più leggero – spiega Marco Bragotto, After Sales & Marketing Manager di Doosan -. Ci siamo accorti che una grossa fetta di mercato richiedeva mezzi con prestazioni e garanzie equivalenti a quelle dei macchinari nuovi che, però, non sono presenti quando si acquista l’usato o il ricondizionato. Il tutto ad un costo operativo più contenuto e vantaggioso”. Batterie al litio per ridurre il consumo energetico, i costi operativi e l’impatto ambientale, tecnologie per aumentare la sicurezza e che consentono di accedere agli incentivi fiscali garantiti dal piano Industria 4.0. Tutte caratteristiche tecniche e innovazioni alle quali per un’azienda è impossibile accedere quando acquista l’usato o il ricondizionato.

In questi anni, poi, la disponibilità di usato è diminuita, quindi i prezzi sono aumentati – continua Bragotto -. Molte aziende si sono trovate in difficoltà nella scelta, soprattutto di fronte alla necessità di contenere i costi. La decisione, quindi, ricadeva sull’usato e sul ricondizionato che, però, non offrono ciò che garantisce un macchinario nuovo. La nostra serie low cost è arrivata proprio per dare una risposta in questo senso. Si pensi anche solo agli incentivi 4.0, che portano a un risparmio fino al 50%”.

Low cost: risparmio dal 20 al 30%

Già dal 2007 Doosan è entrata in questo mercato low cost con la serie di carrelli elevatori Diesel GX, che ha segnato fin da subito un grande successo. La capacità dell’azienda di contenere i costi di produzione, grazie ai suoi stabilimenti produttivi in Cina, ha consentito nel tempo di arricchire la gamma di mezzi, sia di propria produzione che importati dall’oriente, mantenendo i prezzi ugualmente competitivi. Il risparmio nell’acquisto di un prodotto low cost si aggira tra il 20 e il 30%, con il vantaggio di avere una macchina completamente nuova, garantita, dalle tecnologie innovative e con un servizio post vendita affidabile.

La gamma low cost

Transpallet

I transpallet 1,5 – 2 ton con batteria al litio presentati nel 2020 hanno riscosso un grande successo. “Sono macchine che abbiamo venduto più di quanto ci aspettassimo sia per il loro prezzo contenuto che per le loro tecnologie”, spiega Bragotto. Ideati soprattutto per essere più versatili, rappresentano un’ottima scelta in particolare per le aziende che non hanno la necessità di tenere attiva la macchina per l’intero arco della giornata. Tra le loro caratteristiche, infatti, troviamo la possibilità di ricarica parziale, che garantisce la performance anche in caso di un utilizzo non continuato.

Stoccatori

Due le tipologie di stoccatori low cost presentati da Doosan:

  • Stoccatori 1,2 tonnellate con batteria al litio
  • Stoccatori 1,6 tonnellate

Frontali termici

Per questa categoria Doosan propone macchine semplici e robuste equipaggiate con motori stage V di ultima generazione:

  • Frontali termici (diesel e GPL) 2,0-3,5 ton serie D25NX Plus (Stage V)

Frontali elettrici

Con l’inasprirsi delle norme anti inquinamento, le macchine sono diventate più costose e molte aziende sono sempre più orientate all’elettrico. Da qui la scelta di Doosan di proporre una serie di carrelli elevatori frontali elettrici low cost:

  • Frontali elettrici quattro ruote 48V serie B18NS
  • Frontali elettrici quattro ruote 48/80V serie B25NS

https://doosan-iv.eu/it/