― Il Ministero dello Sviluppo Economico con l'Ecobonus ha messo a disposizione per il 2021 700 milioni di euro di incentivi per l'acquisto di veicoli a basso impatto ambientale

700 milioni di euro. Sono le risorse messe a disposizione dal Ministero dello Sviluppo Economico per il 2021 nell’ambito dell’Ecobonus per la promozione dell’acquisto di veicoli green friendly.

Automobili, motocicli, veicoli commerciali: se stai pensando di comprare una nuova auto o di rinnovare il parco macchine della tua azienda, questo potrebbe essere il momento giusto grazie agli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni (ibridi o elettrici).

Le categorie di veicoli che rientrano nell’Ecobonus:

  • automobili (categoria M1)
  • ciclomotori e motocicli (categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e)
  • veicoli commerciali e speciali (categoria N1 e M1 speciali)

Come accedere agli incentivi?

Gli acquirenti devono rivolgersi direttamente a un rivenditore, che si occupa anche della gestione della pratica per ottenere il contributo. Il venditore, dopo essersi registrato nell’area rivenditori del portale del Ministero dedicato all’Ecobonus, prenota i contributi relativi a ogni singolo veicolo ed entro 180 giorni deve inviare una conferma comunicando il numero di targa e allegando la documentazione prevista. Il contributo viene corrisposto dal venditore all’acquirente attraverso una compensazione con il prezzo d’acquisto. Successivamente, le imprese costruttrici o importatrici del veicolo nuovo rimborsano al venditore l’importo del contributo che viene, infine, recuperato sotto forma di credito d’imposta.

Incentivi con o senza rottamazione

L’importo del contributo è maggiore quando si possiede un veicolo da mandare in rottamazione. Il mezzo in sostituzione deve, però, essere della stessa categoria del veicolo nuovo che si sta acquistando. Ad esempio, se si sta comprando una nuova auto (categoria M1), il veicolo da rottamare dovrà essere a sua volta un M1.

A quanto ammontano gli incentivi?

I contributi per l’acquisto di veicoli elettrici sono suddivisi non solo tra quelli con e senza rottamazione, ma anche a seconda della quantità di inquinamento prodotta (emissioni di CO2 per chilometro).

Il trasporto dell’auto

Come organizzare, una volta acquistato il veicolo, il trasporto presso la propria abitazione o azienda? La modalità più semplice è affidarsi a dei professionisti che sono in grado di garantire un trasporto sicuro e veloce, come Karryco, che si occupa di trasportare merce ingombrante in tutta Italia. L’innovativo sistema proposto da Karryco è semplice: ti sarà sufficiente inserire nel portale la richiesta di trasporto che, in poche ore, verrà visionata da tutti i trasportatori selezionati che ti invieranno la loro migliore offerta.

https://karryco.com/