Le piattaforme di lavoro elevabili mobili, o PLE, sono quelle macchine a cui si ricorre quando bisogna fare dei lavori in quota, o comunque in punti difficili da raggiungere con ponteggi, trabattelli o altre attrezzature.

Queste macchine consentono di portare in quota un operatore che si posiziona sulla piattaforma di lavoro (o cestello).

Conformazione per la normativa

Secondo la norma UNI EN 280 la piattaforma di lavoro elevabile mobile è costituita almeno da:

  • una piattaforma di lavoro con comandi
  • una struttura estensibile
  • un telaio

Tipi di PLE a seconda del baricentro

Le PLE sono classificabili in due gruppi principali:

  • PLE nelle quali la proiezione verticale del baricentro del carico è sempre all’interno delle linee di ribaltamento
  • PLE nelle quali la proiezione verticale del baricentro del carico può essere all’esterno delle

linee di ribaltamento.

Tipi di PLE a seconda dello spostamento

In relazione allo spostamento, le piattaforme di lavoro mobili elevabili sono suddivise in tre tipi:

  • spostamento consentito solo quando la piattaforma di lavoro mobile elevabile è in posizione di trasporto;
  • spostamento controllato da un punto di comando sul telaio
  • spostamento con la piattaforma di lavoro sollevata controllato da un punto di comando sulla piattaforma di lavoro

Altre classificazioni

Le PLE possono essere classificate anche in base ad altri criteri.

Meccanismo di elevazione:

ARTICOLATE
TELESCOPICHE
A PANTOGRAFO

Modalità di spostamento:

AUTOCARRATE
RIMORCHIATE
SEMOVENTI

Presenza degli stabilizzatori:

CON STABILIZZATORI
SENZA STABILIZZATORI

Per avere maggiori informazioni su piattaforme di lavoro elevabili mobili visita il sito dedicato: www.tuttopiattaforme.it. Oltre a tante informazioni utili, ci sono anche contatti di professionisti del settore per avere consigli mirati e consulenze, annunci di piattaforme in vendita e a noleggio, occasioni di usato per ogni tipo di necessità.