― La responsabilità ambientale ha il potenziale per portare benefici ai profitti e attivare circoli virtuosi che abbracciano tutto il team aziendale

Le aziende rispondono sempre più alle richieste dei clienti di avere una responsabilità sociale d’impresa credibile.
Secondo i risultati di molte ricerche di settore condotte nel 2019, sembra che il 90% dei leader aziendali sia convinto che i consumatori li ritengano responsabili dell’impatto ambientale della propria azienda.
E così, con lo scopo di soddisfare la crescente domanda di una maggiore responsabilità ambientale, le aziende sono alla ricerca di vie per rendere ecocompatibili le proprie attività, inclusi i programmi di pulizia.
Oggi, le organizzazioni possono implementare un efficace programma di pulizia green che combina forniture prodotte in modo sostenibile con una riduzione degli sprechi.

I benefici del green cleaning: pulizia ecologica

Secondo un focus sulla sostenibilità condotto su 500 compagnie, pubblicato da The Guardian le società che adottano strategie sostenibili hanno prestazioni finanziarie migliori, nonostante il malinteso comune secondo cui diventare green sia costoso.

Gli sforzi per la sostenibilità avvantaggiano anche la reputazione di un marchio presso clienti, dipendenti e settore intero. Uno studio del 2020 ha rilevato che quasi l’80% degli americani pensa che la sostenibilità sia importante e quasi il 60% cambierebbe le proprie abitudini di acquisto per ridurre l’impatto ambientale. La riduzione del consumo di acqua ed energia e dei rifiuti di plastica attraverso un programma di pulizia verde è un modo in cui le organizzazioni possono dimostrare il loro impegno a produrre impatti positivi immediati e a lungo termine sull’ambiente.

Inoltre, la pulizia ecologica sostiene la salute e il benessere dei dipendenti. La riduzione della produttività dovuta a giorni di malattia può costare a un’azienda quasi 3 mila euro per lavoratore ogni anno. Quando i lavoratori vengono a lavorare mentre sono malati, possono costare all’azienda ancora di più diffondendo malattie ad altri. La pulizia ecologica con prodotti certificati invece migliora la qualità dell’aria e aiuta a ridurre al minimo i sintomi di allergia e asma, riducendo così il costoso assenteismo.
Infatti, è noto che le migliori pratiche come la pulizia e la disinfezione delle superfici, insieme all’igiene del lavaggio delle mani, possono ridurre le concentrazioni di virus dell’85,4%.

5 step per un programma di pulizia sostenibile

Per trasformare le procedure in un programma di pulizia ecologico, sarebbe opportuno iniziare con i seguenti passaggi:

1 – Obiettivi prefissati
Stabilisci obiettivi misurabili per il tuo programma di pulizia green. Assicurati che il tuo team comprenda l’impegno a rispettare gli impegni di sostenibilità. Stabilisci una tempistica per raggiungere traguardi quali: avere il 30% in più di prodotti realizzati con materiali riciclati nell’inventario, ridurre i rifiuti di plastica del 20% e comunicare agli occupanti dell’edificio la consapevolezza dei tuoi sforzi.

2 – Valutazione del programma
Valuta il tuo attuale programma di pulizia per identificare le aree di miglioramento. Ci si può porre domande come: quanti prodotti per la pulizia stiamo ordinando da chi consuma gas che emettono carbonio? Come possiamo ridurre in modo significativo la quantità di rifiuti di plastica che generiamo? Ci sono prodotti più sostenibili che possiamo utilizzare? Le risposte a queste domande informeranno il team sulle prime azioni intraprese per implementare un programma di pulizia green.

3 – Utilizzare strumenti sostenibili
Scambia la tua attrezzatura convenzionale con mop, scope e spazzole di alta qualità realizzati con materiale riciclato. Sono disponibili molti prodotti per la pulizia sostenibile, realizzati con rifiuti tessili riciclati al 100%, scope realizzate con bottiglie e tappi di plastica al 100% per evitare che più rifiuti finiscano nelle discariche.

4 – Valutare i prodotti chimici per la pulizia
Valuta gli ingredienti delle sostanze chimiche per assicurarti di non acquistare inutilmente prodotti doppi che svolgono lo stesso compito, ad esempio per la disinfezione di superfici dure. Utilizzare prodotti che riducano l’impatto ambientale e gli sprechi associati alla loro produzione e smaltimento è un passo importante.

5 – Credenziali
Molti prodotti potrebbero essere coinvolti nel “greenwashing” o dichiarare di essere sostenibili senza fondamento e senza la convalida scientifica o di terze parti. Quando si selezionano i prodotti, è bene controllare le certificazioni e valutare se rispettano rigorosi standard di sostenibilità.

Lo sviluppo di un programma di pulizia green può aiutarti nel raggiungimento degli obiettivi della tua organizzazione e può essere utile a rispettare un impegno nei confronti dei dipendenti, della comunità e dell’ambiente. Assicurando alla comunità e ai dipendenti il tuo impegno nel fare la tua parte per proteggere il pianeta.