70a Giornata nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro
― Attraverso la campagna "Impariamo dagli errori", Ats Brianza riporta alcuni incidenti realmente accaduti e le loro conseguenze, con l'obiettivo di sensibilizzare e aumentare la sicurezza sul lavoro

“Raccontiamo alcune storie di infortuni perchè non ne accadano più di uguali”. E’ lo slogan della campagna informativa lanciata da Ats Brianza “Impariamo dagli errori“. Un’iniziativa di sensibilizzazione che, raccontando le dinamiche e le conseguenze di incidenti sul lavoro realmente accaduti e analizzando come si sarebbero potuti evitare, punta a diffondere una maggiore sicurezza e prevenzione.

Uno dei casi presi in esame da Ats Brianza riguarda la morte di un operatore a causa del ribaltamento di un carrello elevatore durante le operazioni di consegna al trasportatore di “balle di cartaccia”.

La dinamica

Durante il carico di “balle di cartaccia” sul camion con rimorchio, secondo quanto riporta Ats Brianza l’automezzo sarebbe retrocesso per alcuni metri, per posizionare di fronte all’uscita del reparto “cartaccia” il lato vuoto del pianale di carico. Il carrello elevatore, però, si trovava ancora con le forche nel volume del rimorchio per depositare il materiale e si è ribaltato sul lato di forza. Il carrellista è stato sbalzato a terra.

Le conseguenze dell’incidente

A causa della caduta, l’operatore ha riportato lo schiacciamento dell’addome ed è morto.

Le cause dell’incidente

Sono diverse, secondo i dati a disposizione di Ats Brianza, le cause determinanti che hanno portato all’incidente:

  1. Il camion è stato spostato in un momento non opportuno, quando il carrellista stava ancora operando per posizionare il materiale sul pianale del rimorchio.
  2. L’assenza di operazioni di coordinamento e vigilanza e di un’intesa efficace tra i due operatori. In questo caso, essendo uno degli operatori olandese (il camionista), c’era anche una difficoltà di comunicazione.
  3. Mancanza di un sistema di ritenuta dell’operatore sul carrello, cintura o cancelletto dell’abitacolo.
  4. Mancanza di una procedura sicura per eseguire le operazioni di carico.
  5. Carente valutazione dei rischi

Come prevenire?

Sulla base della dinamica di questo incidente, Ats Brianza fornisce alcuni consigli per la  prevenzione: 

  • Effettuare una corretta Valutazione del Rischio delle operazioni di movimentazione e carico
  • Redigere una procedura di lavoro per le operazioni di carico e scarico in aree esterne, che il trasportatore deve conoscere
  • L’uso dei carrelli elevatori deve essere affidato solo ad operatori esperti e formati
  • Informare sempre gli operatori sui rischi
  • Verificare che i carrelli elevatori abbiano adeguati sistemi di ritenuta
  • Uso delle cinture di sicurezza da parte dei carrellisti
  • Prima di caricare o scaricare, assicurarsi che il mezzo di trasporto sia bloccato con la prima marcia, il freno di stazionamento attivo e le ruote fermate da cunei
  • Garantire il coordinamento tra i diversi operatori
  • Attendere le comunicazioni del termine delle operazioni di carico/scarico prima di spostare il mezzo

Fonte: Ats Brianza