Movimentare uno stampo industriale è sempre una sfida per chi si trova costretto ogni giorno a dover attrezzare presse ed impianti per lo stampaggio industriale.

Gli stampi possono avere dimensioni molto variabili e pesi che possono raggiungere diverse tonnellate. Inoltre, la forma stessa degli stampi, ne rende particolarmente difficile la presa, traducendosi in un’operazione molto pericolosa per gli operatori.

Nell’ottica di risolvere questo genere di problematiche ed ottimizzare la sicurezza per gli operatori, Armanni Carrelli Elevatori ha sviluppato una linea di carrelli elevatori speciali dedicati alla movimentazione di stampi ed in breve tempo è diventata leader di mercato anche in questa nicchia.

Il problema principale – sottolinea Daniele Armanni, Marketing & International Sales della società del bergamascoè dato dalla forma e dal peso dello stampo che rende particolarmente difficile la presa dello stesso. Con la sicurezza come obiettivo principale, abbiamo sviluppato una linea dedicata di carrelli elevatori che sono già inseriti in aziende a livello internazionale”.

Calandosi nei panni degli operatori, che quotidianamente movimentano questo tipo di carichi, Armanni è riuscita a sviluppare diversi modelli a seconda della tipologia di stampo.

I sollevatori e stoccatori, ad esempio, sono stati reinterpretati con sistemi di rulli a scomparsa per la presa dello stampo direttamente dal macchinario.
E’ sufficiente che l’operatore azioni i comandi idraulici a leva o a bottone direttamente dal timone per compiere questa delicata operazione in piena autonomia e sicurezza”, precisa Armanni.

Sempre in questa direzione, un altro prodotto interessante sviluppato da Armanni è rappresentato dalle tavole motorizzate che, grazie alla combinazione tra l’elevata corsa di sollevamento e la trazione elettrica, consentono di compiere operazioni delicate per le quali normalmente servono più macchinari.
Con una tavola motorizzata – prosegue Armanni – si è in grado di approcciare al macchinario, sollevare il piano, prendere lo stampo, abbassare il carico e spostarsi nella zona di stoccaggio indipendentemente da dove essa sia, anche in un altro capannone. Il tutto con un solo strumento”.
Con il know how acquisito in 45 anni di solida attività, Armanni è in grado di sviluppare progetti ad hoc che possono arrivare a raggiungere portate molto elevate.

A tal proposito, l’azienda bergamasca ha sviluppato i transpallet e i trasportatori a pianale XXL che possono arrivare a portate fino a 300 quintali. E, grazie ai più recenti sistemi di guida a radiocomando, l’operazione di movimentazione risulta ancora più facile e sicura.

A completamento della gamma, l’azienda progetta e produce anche trainatori industriali che movimentano facilmente stampi industriali su binari fino a 160 tonnellate; utilizzati maggiormente nei settori automotive e fusioni metalliche.

Con le più recenti innovazioni apportate a livello tecnologico, le nostre macchine possono essere predisposte per l’interconnessione dei dati diventando a tutti gli effetti ‘4.0 Industry – Ready’ – conclude Armanni -. Questa novità, che stiamo introducendo sulla maggior parte delle nostre macchine, permette alle aziende di aver maggior controllo sia sulla flotta che sul singolo carrello. Inoltre consente alle aziende di  beneficiare del credito d’imposta che per l’anno 2021 si conferma al 50% per le imprese che investono nell’acquisto di beni strumentali nuovi in grado di favorire i processi di trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave industria 4.0”.

L’invito è quindi quello di approfondire maggiormente con lo staff Armanni che sarà in grado di accompagnarvi nella scelta e nella realizzazione del carrello elevatore più adatto per la vostra azienda.