covid Le faq specifiche sugli spostamenti fino al 15 gennaio 2021
― Visite a parenti amici in zona gialla e in zona arancione, spostamenti verso le seconde case, coprifuoco. Cosa si può fare e cosa no dall'11 al 15 gennaio

Con l’entrata in vigore della nuova ordinanza firmata venerdì sera dal Ministro della Salute Roberto Speranza, e che ha validità a partire dal 10 e fino al 15 gennaio, per alcune regioni italiane sono cambiate le regole relative agli spostamenti.

In particolare, le misure più restrittive riguardano cinque regioni che sono finite in zona arancione e lo saranno fino al 15 gennaio, data entro la quale è previsto un nuovo Dpcm che rivedrà ancora una volta le fasce. In area arancione, fino al 15 gennaio ci sono le Regioni: Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto.

Quali sono le nuove regole sugli spostamenti dall’11 al 15 gennaio? a Tal proposito il Governo ha pubblicato un elenco di Faq per rispondere alle domande più frequenti su cosa si può fare e cosa no.

Sarà consentito andare a trovare amici o parenti?

Tra le 5 e le 22, in zona gialla sarà possibile spostarsi liberamente all’interno della propria Regione, quindi anche fare visita a parenti o amici nella stessa Regione. Non sono previsti limiti al numero degli spostamenti o delle persone che si spostano. Nelle zone arancioni ci si potrà spostare liberamente, e quindi far visita ad amici o parenti, solo all’interno del proprio Comune, dalle 5 alle 22; oltre tali orari e al di fuori del proprio Comune ci si potrà spostare solo per lavoro, salute o necessità.

Se si va a casa di parenti o amici, nel rispetto dei limiti e degli orari previsti dalla normativa, si deve comunque rispettare il cosiddetto “coprifuoco”? O si può rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione in qualsiasi momento?

Il rientro a casa dopo essere andati a trovare amici o parenti deve sempre avvenire tra le 5 e le 22, su tutto il territorio nazionale e indipendentemente dal fatto che il giorno sia feriale o festivo. I motivi che giustificano gli spostamenti tra le 22 e le 5 restano esclusivamente quelli di lavoro, necessità o salute.

Io e il mio coniuge/partner viviamo in città diverse per esigenze di lavoro (o per altri motivi). Sarà possibile per me o per lui/lei raggiungerlo/a?

Sarà possibile solo se il luogo scelto per il ricongiungimento coinciderà con quello in cui si ha la residenza, il domicilio o l’abitazione.

Io e la mia famiglia ci siamo trasferiti nella nostra seconda casa, in un’altra Regione, entro il 20 dicembre. Io dovrò tornare al lavoro, nella Regione di provenienza, per alcuni giorni. Potrò tornare da loro entro il 15 gennaio?

No. Gli spostamenti verso le seconde case in una Regione diversa dalla propria sono vietati fino al 15 gennaio. Pertanto, nel caso specifico, lo spostamento dalla seconda casa al luogo di lavoro nel periodo tra il 21 dicembre e il 15 gennaio non può essere addotto come motivo giustificativo di un nuovo rientro nella seconda casa, in un’altra Regione, nello stesso periodo. Quindi si potrà tornare al lavoro ma poi non si potrà rientrare nella seconda casa.

I miei genitori, anziani ma in buona salute, vivono in una Regione diversa dalla mia. Posso andare a trovarli?

No, fino al 15 gennaio questi spostamenti sono vietati.

Ho dei parenti non autosufficienti che vivono in casa da soli, in un altro Comune/Regione, e ai quali periodicamente do assistenza. Potrò continuare a farlo anche con l’attuale divieto di spostarsi tra Regioni diverse? Potranno venire con me anche il mio coniuge/partner e i nostri figli?

Lo spostamento per dare assistenza a persone non autosufficienti è consentito anche tra Comuni/Regioni in aree diverse, ove non sia possibile assicurare loro la necessaria assistenza tramite altri soggetti presenti nello stesso Comune/Regione. Non è possibile, comunque, spostarsi in numero superiore alle persone strettamente necessarie a fornire l’assistenza necessaria: di norma la necessità di prestare assistenza non può giustificare lo spostamento di più di un parente adulto, eventualmente accompagnato dai minori o disabili che abitualmente egli già assiste.

In base alle disposizioni in vigore, è consentito recarsi in un’altra Regione per turismo?

Gli spostamenti per turismo verso un’altra Regione non sono consentiti fino al 15 gennaio 2021 compreso.

Fino al 15 gennaio, in quali casi è possibile spostarsi nella seconda casa?

Fino al 15 gennaio 2021, gli spostamenti di un nucleo familiare convivente verso le seconde sono sempre consentiti, dalle 5.00 alle 22.00, all’interno della propria Regione e sempre vietati verso le altre Regioni. È consentito lo spostamento verso la seconda casa, anche se intestata a più comproprietari, di un solo nucleo familiare convivente.

Di seguito, le regole generali per le regioni in zona arancione:

  • Possibilità di spostamenti solo all’interno del proprio comune (con deroghe per necessità o urgenza. Restano possibili gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia)
  • Negozi aperti
  • Bar e ristornati possono fare solo attività di asporto e delivery nel rispetto degli orari di coprifuoco
  • Coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00

Di seguito, le regole generali per le regioni in zona gialla:

  • Divieto di spostamento tra regioni
  • Spostamenti verso un’altra abitazione per massimo 2 persone
  • Coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00
  • Negozi aperti
  • Bar e ristoranti aperti fino alle 18

Leggi anche: la nuova classificazione delle regioni con l’ordinanza firmata dal Ministro Speranza