― Il primo decreto anti-Covid del 2021 riguarda le misure da adottare dal 7 al 15 gennaio ed è nato da un Consiglio dei Ministri svoltosi nella notte tra il 4 e il 5 gennaio

Approvato il cosiddetto decreto ponte con le misure anti Covid da adottare tra il 7 e il 15 gennaio:

  • zona gialla “rafforzata” nei giorni feriali,
  • arancione nel weekend,
  • nuove soglie Rt,
  • vietati dal 7 al 15 gli spostamenti tra regioni (tranne per motivi lavorativi o di salute)
  • limite di 2 persone per i movimenti verso un’altra abitazione nella stessa regione nello stesso comune (precisazione fatta dal Governo con una nota successiva).
  • scuola al via l’11 gennaio

Zona gialla “rafforzata”

Divieto di spostamento tra regioni e spostamenti verso un’altra abitazione per massimo 2 persone.

Nuove soglie Rt

Si abbassano le soglie Rt che definiscono la fascia di appartenenza della regione da lunedì 11: con Rt ad 1 si andrà in zona arancione e con l’Rt a 1,25 in zona rossa.

Vietati dal 7 al 15 gli spostamenti tra regioni

Eccezion fatta per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute, sono vietati gli spostamenti tra regioni. Resta consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione o provincia autonoma.

Arancione nel weekend

Nel weekend del 9-10 gennaio, tutta Italia sarà in fascia arancione con le stesse eccezioni, negli spostamenti tra i Comuni, previste per le feste natalizie. Sono consentiti dunque gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Limite di 2 persone per i movimenti verso un’altra abitazione nella stessa regione

Restano il limite di 2 persone per i movimenti verso un’altra abitazione dello stesso comune e il coprifuoco alle 22.00.

Scuola al via l’11 gennaio

Il rientro dei ragazzi delle scuole superiori slitta dal 7 all’11 gennaio. Già nella giornata di ieri Veneto, Friuli Venezia Giulia e Marche avevano deciso di proseguire con la dad per le superiori fino al 31 gennaio.

Il governo si riunirà nuovamente ad inizio settimana per un nuovo provvedimento per il periodo dal 15 al 31 gennaio.

IL CALENDARIO

7 – 8 GENNAIO
TUTTA ITALIA ZONA GIALLA RAFFORZATA
 

  • Divieto di spostamento tra regioni
  • Spostamenti verso un’altra abitazione per massimo 2 persone
  • Coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00
  • Negozi aperti
  • Bar e ristoranti aperti fino alle 18

9 – 10 GENNAIO
TUTTA ITALIA ZONA ARANCIO
 

  • Possibilità di spostamenti solo all’interno del proprio comune (con deroghe per necessità o urgenza. Restano possibili gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia)
  • Negozi aperti
  • Bar e ristornati possono fare solo attività di asporto e delivery nel rispetto degli orari di coprifuoco
  • Coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00

11 – 15 GENNAIO
TORNANO LE ZONE DIFFERENZIATE PER REGIONE 

A determinare la zona di appartenenza sarà l’indice di contagio RT:

con RT 1 si andrà in zona arancione
con RT 1,25 si andrà in zona rossa*

 

*Cosa prevede le ZONA ROSSA

  • Negozi, bar, ristoranti chiusi
  • Aperti solo gli alimentari e, in generale i negozi di beni di prima necessità
  • Possibile il delivery e l’asporto nel rispetto del coprifuoco
  • Coprifuoco dalle 22.00 alle 5.00
  • Divieto di uscire salvo comprovata necessità
  • Consentita un’uscita al giorno per visita ad un parente o amico. Ci si può spostare massimo in 2 persone (non sono conteggiati figli minori di 14 anni e persone non autosufficienti) verso un’abitazione presente nello stesso Comune