― In fondo alla pagina il video della proclamazione

Il Cavaliere Amilcare Merlo, classe 1934, il 24 novembre, giorno del suo ottantaseiesimo compleanno, ha ricevuto la laurea ad honorem in Ingegneria Meccanica.

“Ai giovani voglio dire: osate tutto ciò che è possibile, perché chi non osa non otterrà mai nulla! Non fermatevi, siate curiosi, mettente in conto le difficoltà e i sacrifici, non ci si può fermare alla prima sconfitta. Non ci si può fermare a metà dell’oceano perché sarebbe una disfatta, bisogna comunque arrivare dall’altra parte.
Siate curiosi!

Queste sono solo alcune delle parole con cui il neoIngegnere Merlo ha commentato l’onorificenza ricevuta. Si è rivolto ai giovani, non a caso infatti uno degli aspetti più apprezzati della sua carriera, citato anche nel discorso di laudatio fatto in suo onore, è proprio la vocazione ai giovani. La sua Azienda è, ed è stata, fucina di talenti, in grado di far crescere professionisti e attirare cervelli, collaborando con l’Università a progetti volti all’innovazione.

A conferire la laurea all’Ing. Merlo è stato il Politecnico di Torino che ha voluto suggellare con un atto ufficiale, una carriera costruita sul campo. L’attività del Cavaliere si è sempre caratterizzata per la sua grande spinta innovativa, la sua capacità di osservare il mercato, comprenderne le esigenze e trasformarle in prodotto, la sua capacità di vedere il mondo, comprenderne le esigenze e trasformarle in soluzioni.

Il Prof. Aurelio Somà del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale ha detto: “Un visionario? No, un vero ingegnere, con grande spirito di osservazione e interpretazione della tecnologia al servizio dello sviluppo, con la capacità di concretizzare le sue idee avveniristiche in prodotti fruibili, multidisciplinari e innovativi”.

Già 20 anni fa Merlo ha lanciato un progetto per l’automazione del settore agricolo, 15 anni fa parlava di alimentazione fuel cell… sempre precursore dei tempi.

Oggi l’Ing. Merlo è ancora un uomo ispirato e lungimirante. Dal 2018, ad esempio, la sua Azienda collabora con il Politecnico di Torino ad un Master di secondo livello in industrializzazione delle macchine telescopiche. I primi 12 ingegneri che hanno completato il percorso con successo lavorano già in Merlo, altri 11 usciranno quest’anno.

“La mia è una vita bellissima – ha detto Merlo – perché è una sfida continua per capire cosa non c’è ancora e deve essere creato. In questo momento il nostro Paese, così provato da tante difficoltà, ha delle possibilità immense. Siamo un popolo innovativo e inventivo e mai come in questo momento possono esserci le opportunità. È un momento magico per chi avrà il coraggio di osare”.

Vedi di seguito il suggestivo video della proclamazione e il discorso completo dell’Ing. Merlo.