― Martedì 24 novembre si è conclusa la seconda edizione dell’Osservatorio Intralogistica, il progetto voluto e lanciato da INTRALOGISTICA ITALIA nel 2019 come strumento di indagine sul mercato dell’intralogistica

Le aziende che, negli ultimi anni, hanno optato per la trasformazione in chiave digitale e la semplificazione dei flussi, si sono ritrovate, durante la recente crisi sanitaria, dotate di una resilienza molto utile.

Chi invece non si è sforzato nell’adozione di meccanismi automatizzati per i sistemi logistico-produttivi affidandosi solo a sistemi tradizionali, ha avuto maggiori difficoltà a adattarsi alla situazione di emergenza e ora fatica a recuperare.

Questo è uno degli aspetti più interessanti emersi dalla seconda edizione dell’Osservatorio Intralogistica, i cui dati sono stati presentati martedì 24 novembre in un evento tutto digitale.

Automazione

Secondo l’indagine inoltre la propensione all’investimento in soluzioni di automazione nel prossimo futuro appare più concreta ed interessa tutte le principali aree di investimento.
Questo è un dato fortemente positivo se si considera che oltre alla metà degli intervistati (57%) pianifica un orizzonte temporale di adozione di questi sistemi nel medio-corto periodo (6-18 mesi).

E-commerce

Tra i temi oggetto della survey 2020 dell’Osservatorio Intralogistica, è stata dedicata particolare attenzione al fenomeno dell’e-commerce, tema di grande attualità collegato anche all’automazione.

Nonostante il suo grande potenziale, le imprese sembrano avere un approccio cauto. Visto che, però, molte aziende affermano di andare vero l’automazione, c’è da sperare in prossimi investimenti anche per soluzioni mirate al canale delle vendite online.

L’Osservatorio Intralogistica ha indagato anche gli aspetti dell’Outsourcing e del Green Warehousing, la cui valutazione sembra però essere stata rimandata a dopo la fine dell’emergenza sanitaria.

Una nuova piattaforma digitale: HF Italy Digital Hub

L’Osservatorio Intralogistica è il progetto pilota con cui la filiale italiana della Fiera di Hannover lancia la sua offerta digitale: HFItaly Digital Hub.

Con la piattaforma HFItaly Digital Hub prende il via un nuovo percorso di digitalizzazione della filiale italiana della Fiera di Hannover. Questo nuovo contenitore dei progetti digitali permetterà di portare avanti la promozione di INTRALOGISTICA ITALIA e di altri progetti italiani con eventi ed iniziative virtuali ed ibride accorciando la distanza con le aziende, gli stakeholder, le associazioni e la stampa di settore.

I dati dell’Osservatorio sono stati presentati in un convegno digitale ospitato dalla nuova piattaforma realizzata da Hannover Fairs International GmbH. Uno strumento completo, smart e intuitivo con cui gli utenti collegati hanno potuto seguire in diretta la presentazione della nuova ricerca, partecipare attivamente con domande e commenti, fare business con le aziende sponsor all’interno dei loro spazi espositivi virtuali.

Il commento di Andreas Zuege, General Manager di Hannover Fairs International GmbH

“L’Osservatorio Intralogistica è stato l’evento di lancio della nuova piattaforma digitale di Hannover Fairs International GmbH. La gente ha partecipato attivamente, come è stato confermato dalle tante reazioni sulla chat live e sui social. Devo dire che il format è stato compreso e siamo riusciti ad offrire un nuovo appuntamento ricco di contenuti in attesa di vederci nuovamente ai prossimi eventi di avvicinamento di INTRALOGISTICA ITALIA. Ci auguriamo di persona”.

La segreteria organizzativa di INTRALOGISTICA ITALIA continua a lavorare con impegno per offrire anche nel 2021 nuove iniziative utili per il mercato e a sostegno delle aziende che hanno già aderito alla manifestazione. L’appuntamento con la prossima edizione di INTRALOGISTICA ITALIA dal vivo è dal 3 al 6 maggio 2022 a Fiera Milano Rho.

Come si è svolta la ricerca

Le attività del Comitato Osservatorio sono proseguite in questo periodo di pandemia, in collaborazione con Largo Consumo, per produrre la nuova ricerca dell’Osservatorio Intralogistica. Una seconda edizione rinnovata sia nei contenuti che nel metodo.

Il campione di aziende analizzato

La ricerca è stata condotta da Massimo Bertolini, Professore di Industrial Systems Engineering presso l’Università di Modena e Reggio Emilia, insieme a Eleonora Bottani, Professoressa di Industrial Systems Engineering presso l’Università di Parma. Ad essere analizzato un campione di aziende il più possibile rappresentativo dell’insieme di operatori attivi sul mercato dell’intralogistica italiano.

Bertolini ha spiegato: “Nel 2020, una parte delle attività dell’Osservatorio ha riguardato la messa a punto di un modello per analizzare quantitativamente il settore dell’intralogistica in Italia. Il test è stato effettuato censendo alcune aziende che operano nel mercato italiano nel settore dell’intralogistica; di queste abbiamo raccolto e analizzato i bilanci e le note integrative del triennio 2016 – 2018. I risultati ottenuti ci hanno indicato la direzione per approfondire l’analisi e poter raggiungere l’obiettivo prefissato, per una più precisa quantificazione di una parte del mercato dell’intralogistica”.

Bottani ha commentato così il lavoro: “Per ciascuno dei gruppi di aziende è stata proposta un’analisi del fatturato complessivamente generato e relativo trend negli ultimi anni, della concentrazione del settore e dei top-player. Sono stati inoltre sviluppati e vengono presentati alcuni indici di bilancio sull’intero gruppo di aziende considerate (circa un centinaio). L’analisi permette di evidenziare che tutti i comparti hanno una tendenza alla crescita del fatturato negli ultimi anni”.

Il questionario

La seconda parte della ricerca condotta da GEA – Consulenti di Direzione è stata costruita sulla base delle risposte al questionario inviato ad aziende fornitrici e utilizzatrici di sistemi intralogistici per indagare la loro propensione agli investimenti futuri.

Tito Zavanella, Managing Director di GEA – Consulenti di Direzione, ha commentato così l’esito della survey: “In questa seconda edizione abbiamo avuto la possibilità di focalizzare meglio non solo i temi dell’intralogistica ma la survey ha certamente trasferito e ricavato nuovi insight molto più mirati. La seconda novità è che abbiamo fatto in parallelo un dimensionamento del mercato andando a presentare in valori assoluti quanto rappresentano a livello di mercato i singoli comparti dell’intralogistica verso un ulteriore arricchimento e una nuova prospettiva”.

A sostenere il progetto sono stati ancora una volta alcuni dei principali key-player del settore della logistica interna che hanno sostenuto l’Osservatorio Intralogistica 2020 in qualità di sponsor:

Crown Lift Trucks
Fives Intralogistics,
Modula,
Dematic,
System Logistics,
Alascom,
Incas SSI SCHÄFER
Eurofork

Per rimanere aggiornato su tutte le iniziative di INTRALOGISTICA ITALIA: www.intralogistica-italia.com.