― Intervista al nuovo ingresso in casa Flash Battery, il Sales Director Matteo Donelli, che ci parla del mercato dell’elettrificazione in Europa, dei trend commerciali e produttivi e di come l’azienda ha affrontato quest’anno dominato da pandemia e incertezze

“È come se i responsabili ricerca e sviluppo delle aziende europee abbiano avuto modo, con il lockdown imposto, di fermarsi per riflettere sulla cultura, sulle normative… per portare l’innovazione, e quindi il nostro litio e l’elettrificazione, dentro l’azienda in maniera più sistematica, non solo come sperimentazione isolata”.

Questo è solo uno dei passaggi più significativi emersi dall’interessante intervista rilasciataci da Matteo Donelli, Sales Director di Flash Battery.

Al centro Marco Righi, Ceo and Founder Flash Battery, a sinistra Alan Pastorelli CTO e Co-Founder, a destra Matteo Donelli Sales Director

Un mercato che esce dalla nicchia prototipale per andare in produzione

Donelli ci ha descritto un mercato maturo, pronto per l’elettrificazione, un mercato che finalmente sta facendo quel salto tanto atteso per una svolta all’elettrico.

Una maturazione che non è capitata da sola, ma su cui la stessa Flash Battery ha lavorato a lungo. “In periodo di lockdown – spiega Donelli – abbiamo continuato a fare cultura spingendo sul nostro asset: la batteria al lito Flash Battery e la nostra tecnologia.
Abbiamo fatto tantissimi training tecnici alle aziende inglese, tedesche oltre che italiane. Anche il nostro marketing si è votato alla mission di generare conoscenza nel mondo del litio facendo cultura con articoli e pillole dedicate,  tutti sforzi che adesso vengono ripagati. Stiamo assistendo infatti all’evoluzione del mercato e dei clienti: le macchine al litio stanno uscendo dalla nicchia prototipale per andare alla produzione o addirittura alla produzione in serie”.

Trend dell’elettrificazione europea: sostenibilità, efficienza e noleggio

Per Flash Battery è stato un anno di crescita proprio perché sono nati tanti progetti legati a una spinta fortissima all’elettrificazione che sta coinvolgendo tanti Paesi soprattutto nel nord Europa in cui stanno introducendo normative sempre più stringenti verso macchine a combustione tradizionale. L’elettrico sta ormai diventando un passaggio obbligatorio.

Ma da cosa è mossa questa spinta all’elettrificazione? “Sicuramente c’è una ricerca sempre più attenta verso tecnologie sostenibili: con meno emissioni nocive, meno rumore ma senza rinunciare alle performance“. Ma il Sales Director  Flash Battery introduce anche un altro tema importante: quello del noleggio.

“Il mercato sta passando dalla vendita al noleggio, già ce ne stiamo accorgendo qui, ma basta dare uno sguardo ai trend oltreoceano per capire che questa tendenza non potrà che consolidarsi.
Questo cambio nella fruizione delle macchine richiede che la vita delle stesse debba essere più lunga: più una macchina riesce a mantenere la sua efficienza nel tempo, più è adatta al noleggio. Il lito, rispetto all’alimentazione termica, ma anche al piombo, è la tecnologia che più si presta a mantenere l’efficienza della macchina nel tempo”.

Sostenibilità, efficienza e longevità delle macchine: la risposta è Flash Battery

Il mercato quindi, secondo i trend europei, sta chiedendo macchine sempre più:

  • Sostenibili
  • Efficienti
  • Durature

Sono proprio le caratteristiche di Flash Battery, sviluppate in virtù della grande esperienza maturata con gli AGV (veicoli a guida autonoma), settore particolarmente stressante, caratterizzato da cicli di lavoro pesanti, estremizzati fino a turni intensivi 24/7.

Le batterie al litio Flash Battery hanno prestazioni eccellenti in queste applicazioni, prova tangibile di una chimica sicura, con cicli testati (oltre i 4000 cicli) e una lunga vita della batteria.

“Oggi [ndr. 23/11/2020] Elettric 80 ha istallato oltre 2.635 carrelli LGV e AGV con batterie al litio Flash Battery dislocate in oltre 45 paesi, su oltre 176 impianti nei comparti più diversi. Vantare questa esperienza ci ha dato accesso a mercati dove il litio non era presente: piattaforme, macchine speciali, ground support equipment, macchine agricole… l’insieme tra questa esperienza maturata nel capo più sfidante per una batteria (AGV) e la nostra modalità operativa con consulenze personalizzate, ci hanno reso l’interlocutore prescelto di diverse realtà europee, pronte a fare un salto deciso sull’elettrificazione”.

Per saperne di più sulla tecnologia Flash Battery leggi anche:

Flash Battery di nuova generazione: performance migliorative e algoritmi di intelligenza artificiale

Batteria su misura: ecco come nasce la Flash Battery customizzata

Nuove partnership importanti

Nel 2020 Flash Battery, con il suo piano di diffusione della cultura del lito, ha stretto accordi commerciali con dealer in Francia, Germania e Belgio.

“Abbiamo ottimi riscontri ad esempio dal settore agricolo francese– spiega Donelli –, dove si tende all’elettrificazione nella viticoltura, nella zootecnia e nella cura del verde. Il nostro intervento consente di realizzare una filiera green, parametro sempre più ricercato e richiesto, in particolare  nelle filiere legate al food.

Marco Righi, Flash Battery e Benoit Beumont, EFA France

Ma sono oltre 60 i progetti che abbiamo in campo con aziende europee, tutti volti all’elettrificazione. Ma la cosa più importante è che la maggior parte dei progetti nasce da una svolta radicale, sono parte di un percorso profondo di elettrificazione, non si tratta di  sperimentazioni una tantum, o prove di innovazione circoscritta, parliamo di clienti evoluti, che siano aziende internazionali, clienti medio piccoli italiani, grandi realtà top player… l’interesse è convertirsi  al litio, avere produzioni importanti, produzione di serie“.

Focus Italia

Abbiamo chiesto a Donelli anche un commento sulla situazione del nostro Paese: “L’industria italiana, per i progetti che abbiamo, fa mercato! I player francesi e tedeschi guardano alla nostra industria con rispetto. Certo soffriamo dell’avere tante realtà medio piccole, penalizzate dalle dimensioni. Però abbiamo la qualità di fare macchine speciali, in questo siamo molto forti e apprezzati. Il saper fare italiano è ancora una dote di valore”.

Un 2021 di consolidamento internazionale con nuovi partner e nuove risorse

Alla luce di questo atipico 2020, anno di svolta del mercato, il 2021 sarà per Flash Battery sicuramente un anno di consolidamento della presenza in Europa.

Come? Donelli parla di creare e rafforzare la rete commerciale nel Benelux, in Francia, in Germania, Spagna e Grecia.

Flash Battery sta lavorando con diversi partner produttori di inverter, motori, carica batterie, ma prevede anche l’inserimento di nuove figure. “Tecnici ma non solo, anche figure con una cultura internazionale per dialogare con i vari mercati, verso un’internazionalizzazione sempre più radicata. Infatti, se c’è un insegnamento che ci ha dato questo 2020, è l’importanza del dialogo e della diffusione della cultura del litio.
Preparare il mercato, spiegare la tecnologia, parlare con i nostri interlocutori fa davvero la differenza.
Su questo continueremo a puntare, non solo per vendere, ma anche per formare il mercato e creare un tessuto culturale nel quale fare consulenza continuativa sulla nostra tecnologia che siamo sicuri possa rendere il futuro più sostenibile, fin da subito”.