Il WMF2020: dal 19 al 21 novembre tre giorni dedicati all’innovazione con lo studio televisivo del Mainstage, una nuova piattaforma interattiva, oltre 600 speaker e ospiti da tutto il mondo e 157 ore di live.

Parte oggi il secondo appuntamnto 2020 con il Web Marketing Festival. Perchè nell’anno che ha frenato tutti, il WMF invece raddoppia, forte del suo motto:

We Make Future

Il Web Marketing Festival è uno dei maggiori Festival sull’Innovazione Digitale e Sociale. Dura 3 giornate e ha un format innovativo:

  • formazione online della nuova piattaforma ibrida.io
  • otto trasmissioni televisive del Mainstage in diretta dalla base del Palacongressi di Rimini

Tanti temi, tutti orbitanti attorno all’universo dell’innovazione

L’innovazione troverà come sempre il suo apice sul Mainstage dove il format sarà quello televisivo. Palinsesti tematici, talk show e 70 ospiti di prim’ordine.
Si alterneranno rappresentanti delle istituzioni – il Sottosegretario al Ministero degli Affari Esteri, Manlio Di Stefano; la Sottosegretaria del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Francesca Puglisi, Laura Moro del MiBACT, il Sindaco di Firenze, Dario Nardella; l’Assessore a Trasformazione Digitale e Servizi Civici del Comune di Milano, Roberta Cocco –, l’attore Alessandro Borghi, tra le altre cose interprete di Stefano Cucchi nel film “Sulla mia pelle”, giornalisti come Andrea Scanzi, il Presidente RAI Marcello Foa, e Federica Angeli di Repubblica, oppure ancora l’infettivologo Matteo Bassetti.

Tanta attualità, dunque, ma anche riflessioni su temi delicati come quello della sanità – prendendo in esame da vicino la situazione della Calabria anche grazie alla partecipazione di Domenico Lucano -, dei diritti umani, della mafia e della legalità assieme ai coniugi Regeni, al politico e saggista Giuseppe Civati, all’attivista Siyabulela Mandela, a Luisa Impastato, Lirio Abbate e Floriana Bulfon. Questi e molti altri, perciò, gli ospiti che si susseguiranno sul Mainstage secondo un format a tutti gli effetti televisivo, i cui ritmi saranno dettati dalla conduzione di Cosmano Lombardo, affiancato il 19 novembre da Diletta Leotta e il giorno seguente da Giorgia Rossi.

Formazione continua

Il programma formativo: oltre 600 speaker e 60 sale virtuali dedicate a innovazione, web marketing e imprenditorialità.

Come sempre il WMF non è solo show e non tradirà neanche questa volta la sua mission educativa a cui dedica una innovativa piattaforma: ibrida.io.
Su questa piattaforma i partecipanti potranno assistere alle sale formative e al Mainstage, ma anche fare confronto e dibattito in chat, accedere ai contenuti registrati e all’Area Expo.

Rispetto alla scorsa edizione, presenti 10 nuove sale: Digital Health, Smart Working e HR, Aerospace, Management e Imprenditorialità, Musica e Innovazione, Social Impact, Big Data & Quantum Computing, Cybersecurity.

In programma anche le sale realizzate da brand sponsor come Aruba ed EURid ed eventi verticali su alcuni macro-temi centrali nel mondo del digital marketing.

Gli interventi saranno curati da speaker come Mauro Lupi (DigitalBreak), Paolo Iabichino, Arash Ajoudani (IIT), Annalisa Corrado (Azzero CO2), oltre a rappresentanti di brand leader di settore come YouTube, Enel, Fastweb. Sky, Microsoft, Mondadori Media, Intesa San Paolo, Shopify, Ipsos, Procter&Gamble Alumni, L’Oréal, SEO Zoom e molti altri.

Area espositiva

Area espositiva anche online? Certo: 127 le aziende espositrici e gli sponsor che, sempre in modalità virtuale e sempre sfruttando le potenzialità della piattaforma ibrida.io, offrono opportunità di networking e di business, completando l’offerta totale del Festival.

Il commento di Cosmano Lombardo, CEO di Search On Media Group e Ideatore del WMF

“Il momento più delicato della nostra storia recente sta rivelando al mondo intero l’importanza dei pilastri su cui costruire la società del presente e del futuro. Con questa nuova tre giorni, ancora una volta e per l’ottavo anno, riuniremo istituzioni, le comunità internazionali di innovatori e i cittadini che ogni giorno si adoperano per contribuire all’evoluzione e al rafforzamento di questi stessi pilastri fondamentali per lo sviluppo e il miglioramento della realtà in cui viviamo: la ricerca, l’istruzione, la sanità, la cultura, il digitale, la robotica, l’intelligenza artificiale. La convergenza di questi temi, uniti a doppio filo sotto il segno dell’innovazione digitale e sociale, si riflette con forza sull’agenda e sulla mission del WMF, un acceleratore di innovazione e uno strumento di riflessione, analisi, confronto al servizio della società.
Nell’epoca in cui si parla di Repubblica Digitale, abbiamo scoperto che in realtà sarebbe il caso di adoperarsi in modo coordinato per costruire una Repubblica Funzionante. Speriamo che il nostro lavoro possa essere utile anche in questa direzione”.

L’agenda del WMF di novembre è consultabile sul sito del Festival, dove sono pubblicate anche la lista degli speaker, delle iniziative e tutte le informazioni su quello che sarà il più grande Festival ibrido sull’Innovazione.